Il bilancio dell'attività

Progetto Ermes completato all'83%

Numeri sullo stato di copertura della banda larga snocciolati dalla presidente Serracchiani, dall’assessore Santoro e dal presidente di Insiel Puksic. Già chiuso il bando per dotare di connettività le famiglie di 17 Comuni friulani.

La presentazione dei dati sul progetto Ermes (© )

La presentazione dei dati sul progetto Ermes (© )

UDINE – L’accelerazione, negli ultimi due anni, c’è stata. Sono i numeri a dimostrarlo: nel giugno 2013, il progetto Ermes, nato nel 2005 per portare la banda larga nelle aree industriali e nei Comuni del Fvg, era stato completato al 35%. Oggi il programma ha raggiunto l’83%, con 1.800 chilometri di cavo posato e 159 municipalità raggiunte (diventeranno 200 entro la fine dell’anno). Non solo. I punti di accesso wi-fi, nello stesso lasso di tempo, sono saliti da 13 a 397, con l’ambizione di toccare quota 450 a dicembre 2015. Per quanto riguarda il mondo delle imprese, sono stati messi a servizio delle aree industriali del Fvg 407 km sui 695 previsti.
Sono alcuni dei dati snocciolati dalla presidente Debora Serracchiani, dall’assessore Mariagrazia Santoro e dal presidente di Insiel Simone Puksic nel corso di un incontro promosso per fare il punto sullo stato di attuazione del progetto Ermes, costato, nel complesso, 120 milioni di euro.

Già andato a buon fine il primo lotto
Se il compito della Regione era quello di raggiungere i Comuni del Fvg con la banda larga, toccava poi alle imprese di telecomunicazione completare l’ultimo miglio e dotare le case delle famiglie della nuova tecnologia. Un processo in parte già avvenuto, visto che il primo bando per assicurare la connettività agli abitanti di 17 Comuni è andato a buon fine. Si tratta delle municipalità sull’asse Udine-Codroipo e nelle Valli del Natisone. Entro la fine dell’anno ci sarà la sottoscrizione del contratto con i tre operatori che hanno presentato la domanda di concessione: Telecom Italia, Ngi e St. «Stiamo per pubblicare – ha reso noto l’assessore Santoro – un secondo avviso che coinvolgerà 30 Comuni tra Udine e Artegna, l’area Pordenonese, il Medio Friuli e le Valli del Torre».

L’accelerazione negli ultimi due anni
Al di là di alcune criticità nell’area carsica, Ermes sta finalmente arrivando a conclusione., tanto che se l’intero territorio Fvg sarà coperto entro il primo semestre 2016: operativamente tutte le famiglie della regione potranno godere di una connessione a banda larga entro il primo semestre 2017.
«L’accelerazione dell’ultimo periodo – ha chiarito Santoro – la dobbiamo alla stretta collaborazione venutasi a creare tra la Direzione Infrastrutture e Insiel,  che hanno lavorato gomito a gomito». Una sinergia confermata non solo da Puksic, ma anche dalla presidente Serracchiani. «Il progetto Ermes, al momento del nostro insediamento – ha spiegato – presentata dei ritardi evidenti. Ci abbiamo lavorato e il fatto di essere arrivati a una copertura dell’83% dimostra l’impegno messo in questo programma. Ora stiamo sollecitando l’interesse degli operatori di comunicazione per portare quella che è la rete pubblica più grande d’Italia alle famiglie». Per il futuro si sta già lavorando alla concretizzazione della banda ultralarga, con l’obiettivo di raggiungere gli standard imposti dall’Agenda digitale 2020. La Regione Fvg presenterà a settembre un piano al governo, dopo aver già inserito in assestamento 2,5 milioni di euro per la progettazione della nuova banda.