Udine Domani

Confcooperative Fvg «insegna» a fare impresa a 120 studenti friulani

A questi si aggiungono ai 2.189 già coinvolti nei progetti di imprenditorialità cooperativa realizzati negli anni scorsi. Protagonisti gli istituti di Tolmezzo, Pozzuolo, Gradisca e Staranzano.

Nuove opportunità per gli studenti Fvg (© Rawpixel.com | Shutterstock.com)

Nuove opportunità per gli studenti Fvg (© Rawpixel.com | Shutterstock.com)

UDINE - Secondo la Commissione Ue, chi a scuola ha sperimentato progetti di mini-impresa ha tra il 15 e il 20% in più di possibilità di mettersi in proprio in futuro. E, secondo Confcooperative Fvg, lo può fare anche creando una cooperativa.
Con queste premesse la più importante organizzazione imprenditoriale regionale del settore ha tenuto a battesimo il progetto ‘Raggiungi l'Impresa’ e l’ha presentato sul Bando Progetti Speciali delle scuole della regione per l'anno scolastico 2015/2016.
A partire dal mese di marzo, nel progetto saranno coinvolti 120 studenti dell’Isis ‘Linussio-Solari’ di Tolmezzo, dell’Itas ‘Sabbadini’ di Pozzuolo del Friuli, dell’Itas ‘Brignoli’ di Gradisca d’Isonzo e dell’Isis ‘Pertini’ di Staranzano.

A partire dal 2011, Confcooperative Fvg ha coinvolto complessivamente ben 2.189 studenti delle scuole secondarie di secondo grado in progetti e percorsi di simulazione d’impresa o di cultura imprenditoriale.
«Iniziative come queste sono un'ottima occasione per rafforzare il raccordo tra scuola e lavoro e  avranno un ruolo via via più strategico nei Piani dell'Offerta Formativa anche perché previste e raccomandate nell'ambito dell'Alternanza Scuola Lavoro», sostiene Vittorio Borghetto, dirigente scolastico del ‘Linussio’, istituto capofila della rete di istituti scolastici coinvolti.
«È fondamentale per noi il lavoro con le scuole – aggiunge Nicola Galluà, segretario generale di Confcooperative Fvg - sulla tematica della creazione d'impresa e dell'imprenditorialità cooperativa in quanto contribuisce a favorire la nascita di nuove imprese di giovani ed è un vero e proprio investimento per il futuro dell'economia dei nostri territori».

Il progetto, mira a sensibilizzare gli studenti all'imprenditorialità, una delle 8 competenze fondamentali, secondo la Commissione Europea, necessarie a sviluppare e maturare una cittadinanza attiva, in particolare attraverso l'esperienza della simulazione d'impresa cooperativa (Associazione Cooperativa Scolastica). Qui gli studenti si trovano infatti a doversi confrontare tra loro (l'Assemblea dei soci), a doversi organizzare dandosi dei ruoli precisi (l'organizzazione delle attività da fare insieme), a  lavorare per obiettivi e cimentarsi nella soluzione dei problemi.
Ai ragazzi sarà brichiesto di costituirsi in cooperativa, di individuare il prodotto o servizio da proporre sul proprio territorio, elaborare un business plan per pianificarne la distribuzione e presentare un video di promozione del progetto d'impresa. È anche previsto il coinvolgimento diretto del mondo cooperativo con la realizzazione di ‘workshop’ nei quali i cooperatori presenteranno agli studenti la propria impresa, le attività che svolge, il mercato di riferimento e le professionalità che vi operano. A conclusione del progetto, a maggio, sarà realizzato un evento in cui verranno presentati tutti i video promozionali elaborati dagli studenti sul proprio progetto d'impresa e, in quell'occasione, saranno premiati i migliori.