27 giugno 2017
Aggiornato 12:30
La visita

Bluenergy Group: volume d'affari di 176 milioni di euro e +13% di occupati

Il punto sull'attività della multiutility di gas e luce è stato fatto dai vertici della società con il vicepresidente della Regione Fvg Sergio Bolzonello

Bolzonello in vista negli uffici di Bluenergy Group (© Bluenergy)

UDINE - Pianificazione dello sviluppo energetico, ottimizzazione dei consumi e rispetto delle risorse: ecco i temi sui quali si è concentrata la visita che il vicepresidente della Regione Friuli Venezia Giulia, Sergio Bolzonello, accompagnato dal consigliere Pietro Paviotti e dal Presidente della IV Commissione Vittorino Boem, ha fatto martedì 11 ottobre, a Bluenergy Group, dove è stato accolto dal fondatore, Gianfranco Curti e dal presidente Susanna Curti insieme alle maestranze tutte.

In crescita il numero di dipendenti
L’incontro è partito dall’analisi del 'modello Bluenergy Group': l’azienda è l’unica multiutility gas e luce totalmente radicata in regione, in costante crescita da quando è stata costituita da Gianfranco Curti nel 2002. Un risultato favorito e sostenuto dalla differenziazione dell’offerta destinata ad un target eterogeneo: la fornitura di gas e luce è, infatti, completata dai servizi di assistenza, progettazione e impiantistica, erogati dalle società del gruppo Bluenergy Assistance e Ciel.
«Oggi – dichiara Alberta Gervasio, direttore generale dell’azienda - con un portafoglio clienti di 167 mila utenze tra gas e luce, che spaziano dal privato, al condominio e al business, Bluenergy Group sviluppa un volume d’affari consolidato che supera i 176 milioni di euro. Di rilievo anche il dato occupazionale, che nell’ultimo anno ha registrato una crescita del 13% portando a 132 le risorse complessive del Gruppo, per il 66% donne, e con un’età media di 37 anni».

Una multiutility che sostiene il territorio 
La strategia di Bluenergy è di lavorare in stretta collaborazione con il territorio, sostenendo attivamente le iniziative che esprimono le energie positive delle comunità. Fra queste, solo per ricordare quelle appena compiute o in programma, No Borders Music Festival, Mittelfest, Pordenonelegge, la Maratonina Udinese, svariate rassegne dedicate a bambini e ragazzi nei principali teatri della regione e Telethon. Ma anche valutando progetti a supporto della mobilità elettrica, e orientando la propria attività con un’attenzione costante al «green approach» in coerenza con il Piano di Sviluppo Regionale.
«Apprezziamo molto il fatto che una realtà come Bluenergy sia consapevolmente regionale – ha dichiarato nel corso del suo saluto il vicepresidente della Regione Friuli Venezia Giulia Sergio Bolzonello – perché con le sue attività contribuisce allo sviluppo regionale, ha un bilancio occupazionale positivo e restituisce un importante ritorno sul territorio. Abbiamo individuato molte convergenze sulle strategie future: la Regione sarà molto attenta alla progettualità di Bluenergy supportandone i piani di sviluppo anche attraverso la propria funzione legislativa in materia energetica».