27 giugno 2017
Aggiornato 12:30
La strage di studenti Erasmus

Nessun colpevole per l'incidente che causò la morte di Elisa Valent

Il giudice istruttore di Amposta, vicino a Tarragona, ha chiesto l’archiviazione del procedimento penale a carico dell’autista. Lo sdegno dei genitori delle vittime che annunciano un ricorso

Elisa Valent (© Diario di Udine)

VENZONE – Nessun colpevole. Il giudice istruttore di Amposta, vicino a Tarragona, incaricato dell'inchiesta sullo schianto del 'bus Erasmus' su cui viaggiava anche la friulana Elisa Valent, ha chiesto l’archiviazione del procedimento penale a carico dell’autista. Quindi nessun colpevole per la strage di studenti che lo scorso marzo ha causato la morte di 13 studentesse.

Una vera e propria ‘mazzata’ per i genitori delle vittime, che attraverso i loro legali fanno sapere che impugneranno la decisione del Tribunale. «Ci riserviamo di procedere legalmente in tutte le sedi competenti», hanno annunciato. «Come si può archiviare un'indagine penale su un incidente stradale in cui l'autista del bus ha ammesso di essersi addormentato?». 

Il bus carico di studenti Erasmus era partito all'alba da Barcellona per Valencia per la tradizionale festa di primavera delle Fallas per rientrare la notte successiva. Una pratica corrente nei viaggi in bus low cost per studenti fra le due città spagnole, che però solleva dubbi dal punto di vista della sicurezza e soprattutto sul rispetto dei tempi di riposo degli autisti. Evidentemnete con la pensa allo stesso modo il Tribunale di Amposta.