A partire dal 22 gennaio 2017

A Tarvisio il Campionato mondiale para sci alpino

Attesi circa 200 atleti appartenenti alle nazionali di più di 40 Paesi diversi. Il presidente dell'organizzazione, Tavian, spiega al Diario di Udine tutti i dettagli

Un atleta paralimpico in gara proprio a Tarvisio (© fisifvg)

Un atleta paralimpico in gara proprio a Tarvisio (© fisifvg)

TARVISIO - Dopo le gare tenutesi nel 2016, con il nuovo anno ritorna a Tarvisio il Campionato mondiale para sci alpino. Una competizione che interesserà circa 200 atleti appartenenti alle nazionali di più di 40 Paesi diversi.
«Gli atleti si cimenteranno in 5 discipline differenti - annuncia il presidente del comitato organizzativo Paolo Tavian - che saranno: discesa libera, super gigante, super combinata (super gigante e slalom), gigante e slalom».

In pista i campioni della specialità 
I ragazzi che gareggeranno hanno disabilità di natura unicamente fisica e vengono suddivisi in tre categorie: blind, non vedenti; standing, amputati o con paralisi; sitting, coloro che corrono con un monosci. 
«Saranno coinvolte in questa manifestazione più di 500 persone, che porteranno per un po’ di giorni movimento anche nel Tarvisiano - continua Tavian -. Perché bisogna ricordare che, oltre agli atleti, saranno presenti anche gli accompagnatori dei ragazzi e tutti i volontari che si sono resi disponibili per queste gare».
In pista pista ci saranno anche atleti della Nazionale italiana, tra cui Melania Corradini, Giacomo Bertagnolli e Alessandro Daldoss. Altre figure di punta che si destreggeranno tra i pali in quei giorni saranno il campione paralimpico spagnolo Jon Santacana, il suo compatriota Gabriel Gorce e lo slovacco Jakub Krako. Le gare partiranno dal 22 gennaio fino al 1 febbraio, per un totale di 10 giorni di competizioni.  Il primo giorno si svolgerà a Tarvisio la cerimonia di apertura con una sfilata che terminerà in piazza Unità. 

L'evento sarà presentato anche a Roma
Presenti all’occasione il presidente della Regione, Debora Serracchiani, e Sir Philip Craven, presidente della International Paralympic Committee. Le giornate di gare termineranno con il gigante e a seguire poi la cerimonia di chiusura. Paolo Tavian svela che il 12 gennaio ci sarà inoltre una conferenza stampa a Roma sulle gare che si terranno a Tarvisio.  «Per quanto riguarda i prossimi anni - conclude il presidente dell’organizzazione - non si faranno altri Campionati Mondiali, ma non escludo l’idea di organizzare altre tipologie di gare a Tarvisio».

Tutto su: