30 maggio 2017
Aggiornato 05:30
Opere pubbliche

Entro settembre saranno completate le due rotatorie a Torviscosa

Sopralluogo dell'assessore Santoro. Il primo lavoro, del valore di circa 1,5 milioni di euro, verrà compiuto all'altezza del chilometro 104+250. Il secondo, previsto al chilometro 103+200, costerà invece circa 600 mila euro

L'area dove sorgeranno le due rotonde (© Regione Friuli Venezia Giulia)

TORVISCOSA - Saranno completate entro il mese di settembre due rotatorie lungo la strada regionale 14 in comune di Torviscosa. Lo hanno assicurato le due ditte che hanno vinto l'appalto e alle quali l'assessore regionale alle Infrastrutture Mariagrazia Santoro, insieme al sindaco Roberto Fasan e al presidente di Fvg Strade Giorgio Damiani, ha consegnato le opere per la realizzazione degli interventi. Il primo, del valore di circa 1,5 milioni di euro, verrà compiuto all'altezza del chilometro 104+250. Il secondo, previsto al chilometro 103+200, costerà invece circa 600 mila euro.

Durante la cerimonia, l'assessore Santoro ha voluto ricordare l'impegno profuso dall'amministrazione regionale nella realizzazione di queste infrastrutture, opere che si inseriscono in un più ampio progetto di sviluppo della bassa friulana. «Le nuove rotatorie - ha evidenziato - rendono più fluido il traffico sulla statale 14 e mettono in sicurezza la viabilità all'altezza di due importanti incroci. In questo caso è stato realizzato un 'gioco di squadra' grazie all'impegno del Comune di Cervignano che si è occupato della fase amministrativa per arrivare all'assegnazione dei due interventi».
Santoro ha poi posto l'accento sull'intero e più complesso pacchetto di lavori che rientrano nel 'patto territoriale' per il rilancio e lo sviluppo di questa area della regione. «Con grande tenacia - ha detto l'assessore - abbiamo riacciuffato fondi ministeriali che erano fermi dal 1999 e che rischiavano di andare perduti perché le opere previste non erano mai partite». Ai 17 milioni di fondi statali, la Regione ne ha aggiunti altri 2. "Quindi - ha aggiunto Santoro - abbiamo ridefinito tutte le progettazioni, sottoponendo l'intero piano all'attenzione del Ministero, che lo ha approvato. Ora le opere incominciano ad essere cantierate».

Oltre alle rotatorie, nel patto territoriale sono inseriti anche una serie di altri interventi per la difesa idraulica del territorio, per l'urbanizzazione e l'infrastrutturazione ferroviaria della zona industriale. «Complessivamente questo è un progetto - ha concluso Santoro - che consente la ripartenza dell'economia locale nonchè la rivitalizzazione della bassa friulana. A lavori completati, l'Aussa Corno tornerà ad essere il fiore all'occhiello delle zone industriali del Friuli Venezia Giulia».
Dal canto suo il presidente di Fvg strade Damiani ha evidenziato l'attenzione che la Regione sta ponendo sulla sicurezza della viabilità, ricordando come - dal 2008 ad oggi - sulla sr14 siano stati investiti circa 10 milioni di euro per l'eliminazione dei punti pericolosi. Infine il sindaco di Torviscosa Fasan ha sottolineato l'importanza di questi due interventi per lo sviluppo della zona industriale, ringraziando inoltre la Regione per il pressing compiuto a Roma al fine di salvaguardare i fondi a suo tempo stanziati per questa parte del territorio e rimasti a lungo inutilizzati.