30 maggio 2017
Aggiornato 05:30
In Camera di Commercio

Al Future Forum si parla di burocrazia, di tasse e di agricoltura

Doppio evento alle 12 e alle 15.30. E sabato in arrivo Elsa Fornero e Tito Boeri (quest'ultimo in collegamento video) per la chiusura dell'evento

Uno degli incontri del Future Forum (© Cciaa Udine)

UDINE - Burocrazia e tasse. Sono questi gli argomenti principali che saranno affrontati dal Future Forum nella giornata di venerdì 17. Si comincia alle 12 con l'incontro dal titolo 'Da Google ai paradisi fiscali, al cittadino' con il dibattito tra Francesco Boccia, presidente della V Commissione (Bilancio, Tesoro, Programmazione), Michele Carbone, Generale di brigata della Guardia di Finanza e Stefano Feltri, vicedirettore del Il Fatto Quotidiano. 

A seguire alle 15.30, si parlerà di agricoltura e rural innovation. Le previsioni evidenziano come rileva che nel 2050 la popolazione mondiale sarà di 9,6 miliardi di persone e che per dare la possibilità di accesso al cibo a tutti avremo bisogno di aumentare del 70% la produzione di cibo. A questa visione di futuro vocata all’iperproduzione e al consumo delle risorse, si contrappone uno scenario di innovazione che genera nuovi modelli di sviluppo improntati alla collaborazione, alla condivisione e al recupero dell’identità sociale e culturale dei territori: dalla rural sociale innovation al fenomeno mondiale dell’Open Source Ecology.A discuterne saranno Luigi Corvo, professore di Public Management and Social Economy all’Università di Roma Tor Vergata, Stefano Liberti, autore del libro 'I signori del cibo', Marcin Jakubowski, fondatore di Open Source Ecology, Luca D'Eusebio, Zappata Romana orti e giardini condivisi a Roma, Adriana Santanocito, Orange Fiber, Alberto Morgante, distretto alimentare di San Daniele, Fondazione San Daniele, e Cristian Specogna delle omonime cantine. A moderarli, il cultural manager Agostino Riitano e Rosanna Lampugnani del  Corriere del Mezzogiorno. 

Gran finale sabato 18 febbraio con Elsa Fornero in dialogo con Francesco Cancellato, direttore de Linkiesta, e Giuseppe Ragogna, vicedirettore del Messaggero Veneto, e Tito Boeri, presidnete dell'Inps, in collegamento video.