La decisione della giunta

Montagna: Serracchiani, più agevolazioni per famiglie e imprese

Il primo regolamento tratta dell'ottenimento dei contributi per l'acquisto del Gpl e di aria propanata.Il secondo regolamento è in materia di aiuti alle imprese commerciali e ai titolari delle autorizzazioni all'esercizio degli impianti di distribuzione dei carburanti

Debora Serracchiani (© Regione Friuli Venezia Giulia)

Debora Serracchiani (© Regione Friuli Venezia Giulia)

UDINE - La giunta regionale, su proposta della presidente Debora Serracchiani, ha approvato la modifica a due regolamenti che si prefiggono di ridurre il disagio e i maggiori costi derivanti dalla vita montagna.

Il primo regolamento tratta dell'ottenimento dei contributi per l'acquisto del Gpl e di aria propanata, interessa gli abitanti dei Comuni di Andreis, Barcis, Cimolais, Claut, Forni di Sopra, Forni di Sotto e Paularo e conferma l'aiuto regionale anche per il 2017, rivolto alle famiglie-utenti allacciate alla rete del gas, apportando piccole modifiche per semplificare il procedimento contributivo.
Il secondo regolamento è in materia di aiuti alle imprese commerciali e ai titolari delle autorizzazioni all'esercizio degli impianti di distribuzione dei carburanti ubicati nei territori dei comuni montani di fascia B e C, secondo la classificazione stabilita dalla giunta regionale nel 2000.  Le modifiche, apportate anche in questo caso con la legge di stabilità, si propongono di concorrere a ridurre i maggiori costi dovuti allo svantaggio derivante dalla ubicazione nell'area montana, prevedendo tra l'altro la possibilità di inserire, tra le spese ammissibili a rendicontazione per i contributi, i canoni di locazione pagati dal richiedente per l'uso dei locali, purché non di proprietà, nei quali si esercita l'attività commerciale.

Le modifiche a entrambi i regolamenti fissano inoltre il periodo di presentazione delle domande tra l'1 e il 30 aprile di ogni anno e il termine per l'effettuazione dei pagamenti riferiti alle spese rendicontate da parte del beneficiario al 28 febbraio dell'anno successivo a quello di presentazione della domanda. Entrambe le modifiche ai regolamenti estendono, inoltre, il periodo per l'ammissibilità della spesa, da una determinata annualità, all'anno solare.