18 le aziende del Triveneto selezionate

Funghi dai fondi del caffè: Cda e Micromondo protagoniste alla Green Week 2017

L'impresa di Talmassons sta lavorando per riuscire a utilizzare i fondi di caffè nella produzione di funghi commestibili

L'ad di Cda, Cattelan (© Cda)

L'ad di Cda, Cattelan (© Cda)

TALMASSONS  Cda è tra le diciotto 'fabbriche della sostenibilità' divise tra Veneto, Friuli Venezia Giulia e Trentino Alto Adige, protagoniste della settimana della Green Economy 2017, e selezionate per aver scelto di adottare processi o realizzare progetti e prodotti ecosostenibili. Da martedì 28 febbraio a domenica 5 marzo, centosettanta, tra dottorandi e giovani ricercatori delle migliori università italiane, selezionati fra oltre 900 richieste, visiteranno le aziende. Mercoledì 1° marzo sarà la volta di Cda, che dalle 14 circa aprirà le porte della sede di Talmassons a una sessantina di visitatori, ai quali illustrerà un esempio di economia circolare e di trasformazione di uno scarto in nuovo prodotto: i fondi di caffè utilizzati nella produzioni di funghi. Alla visita seguirà un incontro, aperto al pubblico previa iscrizione

Il sostegno a Micomondo, start-up formata dal micologo Carlo Marin, e da cuoco Alberto Bellotto nata nel 2016 con lo scopo di utilizzare i fondi di caffè nella produzione di funghi commestibili, principalmente Pleurotus ostreatus e Lentinula edodes (Shiitake), è un progetto orientato alla sostenibilità consapevole e intelligente che affianca le attività di Ricerca & Sviluppo dell’azienda, da sempre impegnata nel recupero dei fondi di caffè che sono un substrato ancora valido e che per questo può trovare nuovo impiego. Il progetto Micomondo - che affianca altri studi come quello con l'Università di Udine per la trasformazione dei fondi di caffè in pellet per stufe pirolitiche - una volta messo a punto, consentirà sia di riutilizzare gli scarti di produzione della bevanda caffè risparmiando sullo smaltimento, sia di dar vita a qualcosa che viene utilizzato di nuovo. Un circolo virtuoso che diventa esempio anche per altre aziende.

Questo è il primo progetto nel Triveneto che riguarda la produzione di funghi dai fondi di caffè. «Cda sostiene collaborazioni e progetti come Micomondo, capaci di mostrare che il fondo di caffè è una risorsa e non un rifiuto, in un’ottica anche di sensibilizzazione delle Istituzioni pubbliche – afferma Fabrizio Cattelan, amministratore delegato Cda. Per sostenibile Cda intende un progetto duraturo e parsimonioso delle risorse ambientali, che non sono infinite. Oggi non è più possibile agire con leggerezza o con scelte poco qualificate. Cda crede che la strada sia di porre attenzione alle conseguenze che le scelte possono avere in futuro nel medio e lungo periodo. Quindi sostenibilità vuol dire che le soluzioni che applichiamo oggi diventino opportunità di domani e non diventino i problemi di domani.»