Convegno

Senato: Iacop al convegno sulla trasparenza e sulle banche dati

Dopo aver ricordato il percorso avviato nel 1996 tra istituzioni centrali e Consigli regionali per la creazione di una data base comune, il presidente ha auspicato un rapido avvio del progetto per la realizzazione di un motore federato delle leggi regionali

enato: Iacop al convegno sulla trasparenza e sulle banche dati (© Regione Friuli Venezia Giulia)

enato: Iacop al convegno sulla trasparenza e sulle banche dati (© Regione Friuli Venezia Giulia)

FVG - Il presidente del Consiglio regionale del Fvg, Franco Iacop, coordinatore della Conferenza dei Consigli regionali, è intervenuto al convegno su rappresentanza e partecipazione, organizzato dal Senato nell'aula della Commissione difesa a palazzo Carpegna, a Roma, sviluppando il tema della trasparenza e delle banche dati nei processi partecipativi. «Il ruolo delle Regioni è di grande rilievo, in alcuni casi insostituibile - ha esordito - nella realizzazione di alcune banche dati documentali in ambito istituzionale e pubblico, su tutte quella dei testi integrali delle leggi regionali».

Dopo aver ricordato il percorso avviato nel 1996 tra istituzioni centrali e Consigli regionali per la creazione di una banca dati comune, alimentata direttamente dalle Regioni, e i successivi sviluppi, Iacop ha auspicato «un rapido avvio del progetto per la realizzazione di un motore federato delle leggi regionali - che ha preso il nome di 'Normattiva' - che contenga al proprio interno i file di Catalogo di tutte le Assemblee legislative regionali. Le banche dati legislative - ha aggiunto - aiutano inoltre a riscontrare le carenze logiche e sistematiche eventualmente presenti negli atti normativi correnti e quindi promuovono una nuova produzione legislativa più organica e meglio strutturata».

Un secondo elemento sottolineato da Iacop è il coordinamento del Drafting legislativo, ossia l'insieme dei procedimenti per mezzo dei quali si abbozzano e si attuano le proposte per le nuove leggi. Anche in questo caso, a suo giudizio, sarebbe necessario dare un forte segnale istituzionale per giungere a un unico corpus per le Assemblee legislative, statali e regionali, in quanto i tempi sono maturi affinché la programmata convergenza dei manuali statali e regionali di tecnica legislativa venga finalmente attuata.

Una terza e ultima riflessione ha riguardato la necessità di avere consapevolezza che in questa fase storica le Istituzioni si giocano molto sulla capacità di includere e trasformare un forte disagio sociale in spinta innovativa verso il cambiamento. Le Istituzioni rappresentative devono trovare le modalità per
coinvolgere e includere nei processi decisionali tutti quegli elementi di complessità che appartengono oggi al fare le leggi, fornendo dati e informazioni chiare e trasparenti. Il presidente Iacop ha concluso la sua relazione con la proposta che anche il Parlamento e le Istituzioni rappresentative regionali promuovano congiuntamente una approfondita riflessione per armonizzare i rispettivi strumenti volti al miglioramento dei processi decisionali, alla loro maggiore inclusività e trasparenza.