L'intervento

"Potenziare le azioni contro l'uso e lo spaccio di stupefacenti"

La richiesta è del consigliere regionale di Autonomia Responsabile Barillari. "Dobbiamo scongiurare il rischio che ci possano essere seguiti"

Il consigliere di Ar Barillari (© Regione Friuli Venezia Giulia)

Il consigliere di Ar Barillari (© Regione Friuli Venezia Giulia)

FVG - Convocazione urgente della III Commissione del Consiglio regionale per un confronto tra istituzioni. A chiederla, l'esponente di Autonomia Responsabile Roberto Barillari, che in quella sede proporrà «di incrementare e potenziare tutte le azioni possibili per dare informazioni corrette e dettagliate ai ragazzi sui pericoli legati all'uso delle droghe». La proposta di Barillari è nata dopo il recente caso di spaccio di droga nelle scuole medie di Udine. «Il traffico di sostanze stupefacenti scoperto è molto preoccupante - continua Barillari - e non posso che plaudere al lavoro svolto dalle forze dell'ordine e dalla Procura per reprimere e sconfiggere questa piaga. Adesso dobbiamo scongiurare il rischio che ci possano essere seguiti».

«L'informazione e la conoscenza del fenomeno - aggiunge - sono le prime e principali armi che possiamo utilizzare per rendere consapevoli i nostri ragazzi e le nostre ragazze sui gravi pericoli a lungo termine, quando non irreversibili, che derivano dall'uso della droga. La Regione, nell'ambito delle politiche legate alla prevenzione dalle dipendenze e in collaborazione con l'Ufficio scolastico regionale, può sollecitare un incremento di azioni divulgative ed educative in associazione con la direzione regionale delle Politiche sociali presso le scuole e ogni struttura che opera con i giovani».

Barillari ricorda che "in Regione è attivo l'Osservatorio sulle tossicodipendenze, che opera con i dipartimenti delle dipendenze e la direzione centrale salute. Sono attuati progetti interessanti che hanno delle positive ricadute sui cittadini, e questo è un fatto encomiabile. Credo sia importante avere un quadro aggiornato della situazione e, in tal senso, la III Commissione consiliare ci consentirà di conoscere lo stato dell'attività svolta dall'Osservatorio, nonché comprendere come promuovere degli interventi ulteriori che possano aiutare tutti i soggetti coinvolti nella lotta contro il traffico e l'uso delle sostanze stupefacenti».