29 maggio 2017
Aggiornato 07:30
A Gemona

Odontosalute, l'azienda che punta forte sulle donne

Sono salite a 320 le donne in forza al gruppo, solo nel Triveneto (200 dipendenti e 120 collaboratrici free lance). Le professionalità sono le più diverse: dall’assistente alla poltrona fino alla manager

Odontosalute, l'azienda che punta forte sulle donne (© Diario di Udine)

GEMONA – Odontosalute, con sede a Gemona, (gruppo di oltre 40 cliniche odontoiatriche in Italia, 40 milioni il fatturato) ha incrementato il proprio organico nel Triveneto puntando sulle donne. Sono infatti salite a 320 le donne in forza al gruppo, solo nel Triveneto (200 dipendenti e 120 collaboratrici free lance). Le professionalità sono le più diverse: dall’assistente alla poltrona fino alla manager.

Di recente Odontosalute ha aperto il suo nuovo centro tecnologico digitale a Portogruaro: punto di riferimento per tutte le cliniche del gruppo, con un investimento di quasi 1 milione di euro. Obiettivo del fondatore e presidente del gruppo, Fabio Boscolo, è puntare sull’innovazione e sullo sviluppo delle professionalità femminili, partendo dal Triveneto. «La figura della donna manager fino all’assistente alla poltrona, che sa gestire la sua professionalità in un’azienda dove il core business è basato sulla cura del prossimo, per noi risulta fondamentale. Ed in questo senso, le donne, hanno una marcia in più», spiega Boscolo.

Il settore odontoiatrico è sempre più competitivo a livello globale. Per questo è necessario puntare sull'innovazione per rispondere alle esigenze del mercato. Ecco che dalla stampa 3d della bocca del paziente, ad esempio, è possibile vedere e capire come sarà il risultato finale in digitale, oltre che simulare l’intervento terapeutico. Un aspetto questo fondamentale, per la precisione millimetrica con cui, dopo essere state stampate in tre dimensioni, le protesi saranno perfette e calibrate ad hoc, per il paziente. «La miglior qualità della prestazione a un prezzo adeguato, ciò significa anche investire e dotarsi delle migliori attrezzature tecnologiche a servizio del paziente, insieme alle migliori professionalità, anche e soprattutto femminili. Obiettivo che abbiamo raggiunto con il nuovo centro digitale di Portogruaro. La cura della bocca sarà sempre più personalizzata e personalizzabile, l’internet delle cose viene in nostro grande aiuto, in abbinamento, ovviamente ai macchinari e alla strumentazione odontoiatrica adeguata e di pari livello», conclude Boscolo.