29 maggio 2017
Aggiornato 09:30
Il 24 e 25 giugno

Ritorna il rafting in Friuli Venezia Giulia e diventa ‘itinerante’

I percorsi sono adatti a tutti in quanto non presentano eccessivi gradi di difficoltà

Nel 2017 ritorna il rafting in Friuli Venezia Giulia e si estende a percorsi fluviali inediti (© Visitait.it)

UDINE - Nel 2017 ritorna il rafting in Friuli Venezia Giulia e si estende a percorsi fluviali inediti. La neonata collaborazione tra Claudio Salvalaggio (Guida Naturalistica Fvg Aigae), Alessandro De Santis (Guida Speleologica Fvg) e Visitait.it (primo e unico booking online di attività outdoor in Italia), infatti, propone un’attività ‘itinerante’, potenzialmente organizzabile in qualsiasi fiume o torrente navigabile con un gommone.

Da aprile a settembre
Tagliamento, Ledra, Stella, Fella, Leale, tra i più belli e interessanti corsi d’acqua della regione, saranno teatro di un’esperienza senza precedenti, che unisce allo sport e alla giusta dose di adrenalina, anche una componente naturalistica e paesaggistica che lo differenzia dal più tradizionale e conosciuto ‘white water rafting’ praticato tra le rapide e le ‘acque bianche’. Rispetto a quest’ultimo, il nuovo rafting in Friuli Venezia Giulia si arricchisce del bagaglio di esperienze delle due guide che, grazie alla profonda conoscenza del territorio, sono in grado di far apprezzare ogni particolare dell’ambiente circostante raccontandone storia, caratteristiche naturalistiche e curiosità di vario tipo.

Percorsi adatti a tutti
I percorsi sono adatti a tutti in quanto non presentano eccessivi gradi di difficoltà. La flotta è organizzata con raft (gommoni) da 8 posti, condotti da guide formate presso la Federazione Italiana Rafting (F.I.Raft). Ad ogni partecipante viene fornito il materiale necessario per svolgere l’attività (muta, caschetto, giubbotto salvagente, pagaia). Prima della partenza è previsto un briefing dove vengono illustrate le caratteristiche dell’ambiente fluviale, le norme e regole relative alla sicurezza, le tecniche che saranno impiegate per la conduzione del raft (gommone). Durante la discesa si utilizzano manovre e tecniche fluviali per affrontare alcuni peculiari passaggi che rendono l’esperienza più coinvolgente ed emozionante. Il rafting sul Tagliamento verrà proposto anche il 24 e 25 giugno in occasione di Aria di Festa a San Daniele (Prenotazioni, qui).

Per ulteriori informazioni: Visitait Srl | via Stretta del Parco 4, Buttrio | 389 6514885 | info@vistait.it | www.visitait.it |