29 maggio 2017
Aggiornato 22:30
La precisazione

Scritte Dacia Arena, Honsell: «Udinese già diffidata e multata»

"A questo punto, come prevede la sentenza, la società bianconera dovrà ridurre le dimensioni delle scritte». Il sindaco smentisce il centrodestra e si assume la paternità della segnalazione al tribunale

Il sindaco di Udine Furio Honsell (© Diario di Udine)

UDINE - «La sentenza del Consiglio di Stato ha chiarito in maniera inequivocabile che non si tratta di un cambiamento del nome dello stadio, come sosteneva il centrodestra, ma che bensì la questione riguarda il Codice della strada e le norme sulla pubblicità. Da questo punto di vista il Comune di Udine ha fatto tutti i passi che erano necessari». Il sindaco di Udine, Furio Honsell, ritorna così sulla vicenda delle scritte 'Dacia Arena' apposte all'esterno dello stadio dall'Udinese Calcio e sul relativo contenzioso tra palazzo D'Aronco e la società bianconera.

«Come amministrazione abbiamo già diffidato e multato l'Udinese per queste insegne e sono stato io, non certo l'opposizione, a portare la causa fino in tribunale – sottolinea Honsell –. A questo punto, come prevede la sentenza, la società bianconera dovrà ridurre le dimensioni delle scritte».