29 maggio 2017
Aggiornato 09:30
Venerdì 19 maggio, alle 21

Spartiti in concerto a Udine per presentare il nuovo ep 'Servizio d’ordine'

Si tratta di un ep che contiene quattro brani e una traccia bonus registrata dal vivo dove trovano spazio tracce già presentate nel tour di Austerità e brani inediti oltre che a ritorni di fiamma mai incisi in studio

Spartiti in concerto a Udine per presentare il nuovo ep 'Servizio d’ordine' (© Franco Rodi)

UDINE - Dopo il successo di pubblico e della critica della prima parte di Servizio d’ordine tour, tornano a Dissonanze 2.0, Spartiti il gruppo formato da Jukka Reverberi, chitarrista degli onirici Giardini di Mirò, e Max Collini, voce e compositore dei testi degli Offlaga Disco Pax. Il duo reggiano si esibirà all’interno della programmazione del Festival Terminal, venerdì 19 maggio, alle 21, in Piazza Venerio a Udine - in caso di maltempo al Teatro San Giorgio di Udine (ingresso libero) -  per presentare il nuovo ep Servizio d’ordine. La tappa friulana del tour è curata da Dissonanze, la rassegna musicale di ricerca e di innovazione della Regione Fvg promossa dal Circolo Arci Cas*aupa in collaborazione con Css Teatro stabile di innovazione del Fvg e LiveAct con il sostegno della Regione Friuli Venezia Giulia e la collaborazione della Fondazione Friuli.

Il nuovo ep
Servizio d’ordine è il completamento del percorso intrapreso con Austerità, il loro primo disco, e dal cementarsi di un sodalizio che prima di consolidarsi ha macinato oltre sessanta concerti in due anni. Servizio d’ordine è un ep che contiene quattro brani e una traccia bonus registrata dal vivo dove trovano spazio tracce già presentate nel tour di Austerità e brani inediti oltre che a ritorni di fiamma mai incisi in studio. Il brano Servizio d’ordine in apertura, scelto anche come singolo e video di lancio, testimonia come il suono del gruppo si sia evoluto in modo radicalmente diverso da ogni altra proposta presentata fino ad oggi. Partendo dalle narrazioni di Max Collini che spaziano attraverso periodi storici differenti e le composizioni di Jukka Reverberi che sposano, quasi sempre separatamente, chitarre, elettronica e campionamento di varia natura, il duo Spartiti ha sviluppato un'autonomia sonora e una originale peculiarità stilistica. Nelle storie di Max Collini ispirate ad estratti scritti da altri autori come Paolo Nori, Simone Lenzi, Arturo Bertoldi e Simona Vinci, l'immaginario condiviso del duo vira verso la letteratura, la politica, l'autobiografia e, in forma non convenzionale, la canzone. Un panorama sonoro che accresce l’evocativo e il coinvolgimento emotivo dell'ascoltatore attraverso il suono e le melodie di Reverberi, autore di tutte le musiche.

Per informazioni info@casaupa.org