12 dicembre 2018
Aggiornato 18:00

Terza corsia A4: Serracchiani firma decreto dopo interdittiva

Antimafia, emessa dalla Prefettura di Udine. Alla Tiliaventum, la Società che si era aggiudicata i lavori, è stato confermato il completamento della progettazione definitiva, ma è stato revocato l'affidamento dei lavori. Riconosciuto l'interesse pubblico dell'opera.
I lavori sulla terza corsia della A4 Venezia-Trieste
I lavori sulla terza corsia della A4 Venezia-Trieste ()

UDINE - A seguito dell'interdittiva antimafia emessa dalla Prefettura di Udine nei confronti dell'impresa Rizzani De Eccher (che insieme all'impresa Pizzarotti fa parte della società consortile Tiliaventum, aggiudicataria dei lavori del terzo lotto della terza corsia della A4 Venezia-Trieste), la presidente della Regione Friuli Venezia Giulia Debora Serracchiani, nel suo ruolo di Commissario straordinario per l'emergenza in A4 - e sulla base dei pareri dell'Avvocatura dello Stato - ha firmato il decreto con il quale viene confermato alla Tiliaventum il completamento della progettazione definitiva, mentre viene revocato l'affidamento dei lavori.

Per il completamento della progettazione definitiva del terzo lotto (dal nuovo ponte sul fiume Tagliamento a Gonars) - i cui lavori sono in una fase avanzata - è stato riconosciuto l'interesse pubblico dell'opera.

Lo rende noto un comunicato della Struttura commissariale per l'emergenza della mobilità riguardante la A4 (VE-TS) ed il raccordo Villesse-Gorizia.