Letteratura in marilenghe

Tutta l’opera di Gianni Gregoricchio presto online sul sito dell’ARLeF

Un grande patrimonio a disposizione dei friulani e delle compagnie teatrali. La decisione è stata presa nel corso di un incontro tra il presidente dell’ARLeF, Lorenzo Fabbro, e la famiglia di Gianni Gregoricchio.

Una scena di teatro in lingua friulana (© )

UDINE - L’Agenzia Regionale per la Lingua Friulana (ARLeF), in occasione dell’ottavo anniversario della morte di Gianni Gregoricchio (1927-2007), si impegna a pubblicare sul proprio sito internet (www.arlef.it) l’intera produzione teatrale in lingua friulana del grande commediografo. La decisione è stata presa nel corso di un incontro tra il presidente dell’ARLeF, Lorenzo Fabbro, e la famiglia di Gianni Gregoricchio, nella persona della figlia Francesca. L’obiettivo è quello di raccoglierne la ricca produzione teatrale, renderla fruibile, scaricabile e facilmente consultabile, gratuitamente, da tutti gli interessati, in primis alle compagnie teatrali che, ancora oggi, mettono in scena le sue inconfondibili commedie. «Abbiamo accolto con entusiasmo la proposta di Francesca - spiega il presidente dell’ARLeF -, poiché riteniamo che i 14 scritti per il teatro di Gianni costituiscano un importante patrimonio per la cultura friulana».

L’ARLeF prevede di istituire all’interno del proprio sito istituzionale, già ricco di contenuti multimediali, didattici e culturali, una sezione dedicata esclusivamente alla figura dell’intellettuale friulano, aumentandone così la visibilità e valorizzandola ulteriormente. Sarà una sezione articolata, in linea con le azioni di divulgazione della politica linguistica friulana, da sempre tra le priorità dell’Agenzia. «Mio padre ne sarebbe entusiasta, ne sono convinta - dichiara Francesca Gregoricchio -, proprio perché riteneva che il teatro fosse cosa di tutti, ed è per tutti che Gianni ha scritto e lo ha fatto da innovatore con inestinguibile fiducia verso il pubblico e nella lingua che tanto amava, il friulano».

La condivisione on line non sarebbe stata possibile senza la collaborazione dell’Associazione Teatrale Friulana (Atf) e di Gianni Cianchi in particolare che, con grande cura, ha raccolto tutte le commedie di Gianni Gregoricchio nel libro «Gianni Gregoricchio. Teatro» e, ora, ne ha consentito la pubblicazione.