Letteratura

Il Friuli sarà protagonista delle commemorazioni di Pasolini

A 40 anni dalla scoparsa dello scrittore e regista, la Regione è pronta a svolgere un ruolo di primo piano. Sarà istituito un Centro studi a Roma.

Pier Paolo Pasolini (© )

UDINE - Il Friuli Venezia Giulia sarà protagonista delle iniziative culturali che si svolgeranno nei prossimi mesi in Italia in occasione del 40.mo anniversario della morte di Pier Paolo Pasolini, avvenuta in circostanze tragiche nel 1975.

Per commemorare la scomparsa dello scrittore, considerato uno dei maggiori autori italiani del ventesimo secolo, sarà organizzato un convegno nazionale con il compito di indagare i capitoli meno noti delle opere di Pasolini, il suo peso europeo e intellettuale. Sarà istituito un Centro studi a Roma per approfondire il rapporto dello scrittore con la capitale, nel quale ha vissuto, e saranno congiunti idealmente con un treno i luoghi importanti della sua vita.
Sono queste le iniziative progettuali definite nel corso della riunione d'insediamento della Commissione per le celebrazioni dei 40 anni della morte di Pier Paolo Pasolini, riunione tenutasi al ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (MiBACT) a Roma.

La Commissione tecnico-scientifica che ha il compito di coordinare e promuovere le iniziative culturali per commemorare il quarantennale della scomparsa dell'autore, è stata istituita nelle scorse settimane dal ministro Dario Franceschini. Oltre all'assessore Torrenti, fanno anche parte della Commissione, che è presieduta dalla scrittrice Dacia Maraini, Valter Veltroni, l'attore Ninetto Davoli, l'assessore alla Cultura del Lazio, Lidia Ravera, e il direttore del Centro Studidi Casarsa Angela Felice.
Alla riunione si è parlato degli aspetti organizzativi e del profilo delle prossime iniziative. Su proposta dell'assessore Torrenti, accolta dagli altri favorevolmente, la Commissione redigerà anche il calendario di tutti gli eventi per meglio coordinare la loro attuazione. Molto apprezzata è stata anche la proposta, presentata dal CSS Teatro stabile d'innovazione del Friuli Venezia Giulia in collaborazione con il Teatro di Roma, per organizzare un treno con vari allestimenti, che percorra il viaggio tra Casarsa, Bologna, Firenze, Roma e possibilmente Matera.