Calcio - Serie A

Udinese: domenica al Friuli arriverà una Lazio arrabbiata e rimaneggiata

Impegno delicato per gli uomini di Stramaccioni, chiamati in due settimane ad affrontare tre delle prime cinque in classifica.

UDINE -  Andrea Stramaccioni ha già avvisato i suoi in vista della gara di domenica pomeriggio contro la Lazio: «Sarà una partita durissima - ha detto il tecnico romano - e dobbiamo fare attenzione a questa Lazio che in trasferta si esprime anche meglio che in casa». Le parole dell’allenatore bianconero appaiono appropriate, perché l’Udinese è chiamata ad una riscossa dopo la pur buona prestazione di Napoli, chiusa però con una sconfitta. Il trittico di gare iniziato dieci giorni fa col pareggio al Friuli contro la capolista Juventus e proseguito con la già citata sfida del San Paolo, terminerà domenica con l’incontro dei bianconeri con la formazione laziale, reduce da due ko di fila ma in ogni caso in piena corsa per l’Europa.

MOMENTO DELICATO -  Non è dunque in un buon periodo la Lazio, incappata in due sconfitte consecutive, la prima a Cesena dove la squadra di Pioli si è espressa molto male meritando ampiamente di perdere contro la penultima forza del campionato, la seconda 48 ore fa davanti al proprio pubblico contro il Genoa. Proprio la battuta d’arresto con i liguri (che peraltro si sono confermati autentica bestia nera dei biancocelesti) ha lasciato in eredità notevoli difficoltà per l’allenatore laziale: tanto per cominciare le squalifiche dei diffidati De Vrij, Cana e Mauri (ex di turno a Udine) e del portiere Marchetti, espulso dal contestatissimo arbitro Gervasoni in occasione del calcio di rigore genoano procurato da Niang e poi trasformato da Perotti. Squalifiche che vanno ad aggiungersi alla già lunghissima schiera di infortunati. Oltretutto c’è da gestire la questione nervosa della squadra che, a partire dallo stesso tecnico, si sente defraudata di parecchi punti da direzioni arbitrali sfavorevoli. Condizioni che porteranno la Lazio al Friuli in emergenza ma anche con tanta rabbia in corpo, pronta a sfociare contro i ragazzi di Stramaccioni.

Antonio Di Natale è di nuovo a disposizione dopo la giornata di squalifica

Antonio Di Natale è di nuovo a disposizione dopo la giornata di squalifica (© )

RIENTRA IL CAPITANO - Intanto si assottiglia leggermente l’emergenza che aveva colpito l’Udinese domenica a Napoli: il capitano Antonio Di Natale, infatti, scontato il turno di squalifica tornerà regolarmente al centro dell’attacco friulano che potrà contare anche sul prolifico Thereau e sull’ottimo Bruno Fernandes (ormai perfettamente calato nel ruolo di fantasista). Ancora squalificato, viceversa, il greco Kone.