Cultura

«Villa Manin Incontri»: tre giornate di approfondimento

Cultura, lingua, paesaggio e tutela del patrimonio storico-artistico, questi gli argomenti in discussione. Primo appuntamento venerdì 13 febbraio dalle 17.30

«Villa Manin Incontri» (© )

CODROIPO - Un confronto aperto e senza pregiudizi è quello che prenderà il via venerdì 13, alle 17.30, nella sala convegni di Villa Manin di Passariano, a Codroipo. I temi discussi? Cultura, lingua, paesaggio e tutela del patrimonio storico-artistico. Un'iniziativa dell’azienda speciale intitolata «Villa Manin Incontri»: tre appuntamenti aperti a tutti, a ingresso gratuito.

Il primo incontro vedrà, venerdì pomeriggio, la presentazione del volume Dentro le ville venete. Un nuovo sguardo, a cura di Giuseppe Barbieri, promosso da Banca popolare FriulAdria Crédit Agricole, edizioni Terra Ferma. Dopo l’introduzione di  Gianni Torrenti, assessore regionale alla Cultura, e di Giuliana Fontanella, presidente Istituto Regionale Ville Venete, si aprirà il confronto sui temi della pubblicazione, nel corso del quale interverranno anche Piero Colussi, sovrintendente Villa Manin, Chiara Mio, presidente Banca popolare FriulAdria Crédit Agricole, Giuseppe Barbieri, docente dell’Università Ca’ Foscari di Venezia, e la dottoranda di ricerca Carla Garozzo, sempre dell’Università Ca’ Foscari di Venezia, che per il volume ha scritto il saggio «Il caso di Villa Manin».

L’iniziativa editoriale, di grande pregio grafico, offre infatti l’opportunità di un innovativo approccio tra storia dell’arte e ICT (Information and Communication Technologies), presentando anche l’esperienza di Villa Manin in una strategia di valorizzazione del patrimonio storico-architettonico e culturale del «sistema» delle Ville Venete (iscritto nella lista del patrimonio mondiale dell’UNESCO), con un adeguato utilizzo delle tecnologie digitali.

In collaborazione con alcune delle più significative espressioni culturali del territorio, come l’associazione Colonos, il circolo Menocchio, il Progetto Integrato Cultura del Medio Friuli, e la Banca Popolare FriulAdria – Crédit Agricole, la Villa si propone come spazio aperto, vivo, luogo di dialogo tra le persone.

I prossimi appuntamenti sono stati programmati per sabato 21 febbraio, sul tema del paesaggio a Nord Est, e domenica primo marzo, sulla poesia in dialetto.