Calcio | Serie A

Parma-Udinese non si gioca

E' ufficiale: la Lega di Serie A rinvia la partita di domenica a causa del caos che sta investendo la società emiliana.

UDINE - L’Udinese annulla il viaggio a Parma dove domenica non si giocherà la gara fra emiliani e friulani a causa del tracollo finanziario dei parmensi che ha costretto la Lega Calcio a prendere la drastica decisione di cancellare l’incontro in programma per la 24.ma giornata di campionato. E’ saltato l’accordo fra il Parma e la società che gestisce gli steward dello stadio Tardini non garantendo la sicurezza per lo svolgimento della partita. La Lega ha tentato fino all’ultimo di trovare una soluzione che non fosse il rinvio della gara, provando ad utilizzare fondi propri o a far disputare Parma-Udinese a porte chiuse. Nulla ha potuto, però, il massimo organo federale calcistico di fronte al baratro in cui si sta rovesciando l’intero Parma Calcio, dal primo dei dirigenti all’ultimo degli stipendiati (per modo dire) e che sta portando lentamente ma inesorabilmente il centenario club emiliano verso il fallimento.

LE REAZIONI DELL'UDINESE - Cristiano Giaretta, ds dell’Udinese, ha commentato così la decisione di non giocare la partita: «Ci è stata data questa comunicazione e non possiamo far altro che adeguarci, in attesa di nuove notizie ufficiali». Dispiaciuto e anche solidale coi colleghi parmigiani è il capitano udinese Antonio Di Natale: «Dispiace non giocare e dispiace per la situazione che stanno vivendo a Parma - ha dichiarato il bomber bianconero - possiamo solo esprimere la nostra massima solidarietà nei loro confronti». Va segnalato, infine, che la situazione ha iniziato la sua precipitazione già in mattinata quando il Parma, dopo l’ennesimo infruttuoso confronto con il presidente Manenti ed il sindaco della città Pizzarotti, aveva rinunciato ad allenarsi.