Calcio | Udinese

A Cesena squadra quasi al completo per Stramaccioni

Geijo e e Thereau sono recuperati, abbondanza sulla trequarti. Subito spenta la polemica su Karnezis: «Io a Roma? Era solo una vacanza».

UDINE - Dopo due settimane di sosta forzata, complice il rinvio della partita di Parma, l’Udinese torna a giocare e si appresta ad affrontare la trasferta di Cesena in casa della penultima in classifica. Per la prima volta dopo molto tempo, Andrea Stramaccioni potrà contare su una rosa quasi al completo, grazie al recupero dell’attaccante spagnolo Geijo (che andrà comunque in panchina) ed alla totale ripresa di Cyril Therau che era in dubbio per Parma e che oggi è invece al 100% e sarà regolarmente in campo al fianco di Antonio Di Natale. Torna dopo un mese di squalifica il greco Kone e la sua disponibilità porta Stramaccioni a tenere in considerazione l’ipotesi di far tirare il fiato a Bruno Fernandes (che tira la carretta ormai da mesi ed ha le gomme sgonfie) schierando l’ex trequartista del Bologna dal primo minuto. Gli unici a lavorare a parte restano Pinzi e Domizzi che sperano di tornare disponibili dalla prossima settimana quando al Friuli arriverà il Torino.

KARNEZIS - Una delle piacevoli scoperte di questa stagione in casa friulana è senza dubbio il portiere greco Orestis Karnezis che ha spodestato Simone Scuffet dai pali della porta bianconera. Negli ultimi giorni a Udine si era creato un caso dopo alcune presunte dichiarazioni circa un suo contatto con la Roma e la presenze dell’estremo difensore dell’Udinese a Roma. Le malelingue del calcio mercato avevano immediatamente ipotizzato un accordo fra il portiere e la squadra giallorossa, alla ricerca ipotetica di un sostituto di Morgan De Sanctis (altro ex friulano, peraltro); a smorzare subito la polemica ci ha pensato lo stesso Karnezis: «Io a Roma? Era solo una vacanza - ha spiegato il greco - volevo visitare la città da tanto e portarci anche la mia famiglia, e finalmente ci sono riuscito. Nulla di più».