20 luglio 2019
Aggiornato 10:00
Tra le 9.30 e le 11.50

C’è l’eclissi di Sole: fermento in Friuli

Gli osservatori di Talmassons e Remanzacco sono pronti ad accogliere le persone interessate a godersi il fenomeno in maniera professionale. Sul web prevista una diretta streaming in caso di cielo nuvoloso. Ognuno si organizza come può, con occhialini protettivi o vetri da saldatore

UDINE – Lo spettacolo comincerà alle 9.30 di venerdì 20 marzo. Sarà quello l’istante in cui la Luna transiterà tra Terra e Sole,  oscurando, in parte, quest’ultimo. Un’eclissi di Sole parziale (al 70%), che sarà ben visibile da tutto il Friuli Venezia Giulia. Non trattandosi di un fenomeno così frequente, ci si sta mobilitando per poter ammirare al meglio questo spettacolo della natura, nubi permettendo (qualche nuvola potrebbe esserci nella pianura friulana), con gli osservatori di Talmassons e Remanzacco che apriranno le porte a tutti gli interessati e con molte scuole che si sono organizzate per seguire l’evento minuto per minuto. E’ eclissi mania per molti cittadini, tanto che gli occhialini protettivi per osservare l’eclissi senza rischio per la vista stanno andando letteralmente a ruba. C’è anche chi si è organizzato con il vetro offuscato da saldatore (che gli esperti sconsigliano di utilizzare se non con un indice di protezione di 14).

IL FENOMENO – Il clou dell’oscuramento è previsto tra le 10.37 e le 10.38 in tutta la regione, da Tarvisio a Trieste passando per Udine e Pordenone. L’eclissi comincerà attorno alle 9.30 per concludersi alle 11.50, e sarà visibile in maniera totale solamente dalle isole Faer Oer. Un fenomeno che, nell’antichità, era considerato un presagio funesto, il cosiddetto ‘sole nero’. Venerdì la luce non scomparirà completamente, ma la sua intensità diminuirà notevolmente e ci si potrà rendere conto perfettamente della diversità di illuminazione rispetto alle giornate normali.

NO A OCCHIO NUDO – Può sembrare una banalità, ma l’eclissi non va osservata a occhio nudo o con l’ausilio di binocoli o telescopi, per evitare che un’esposizione prolungata causi danni anche gravi alla vista. Ci si deve attrezzare in qualche modo: con occhialini protettivi o con i vetrini offuscati dei saldatori. In alternativa c’è un metodo casalingo per non perdersi il passaggio della Luna davanti al Sole, che prevede l’utilizzo di una scatola di scarpe (le istruzioni dettagliate sono disponibili all’indirizzo http://www.newspedia.it/eclissi-di-sole-del-secolo-venerdi-in-italia-buio-totale/).

GLI APPUNTAMENTI – Innanzitutto negli osservatori della zona di Udine: quello di Talmassons aprirà i battenti dalle 9 alle 12.30, quello di Remanzacco alle 9. In montagna, invece, l’appuntamento clou sarà nel Tarvisiano, con la locale scuola di sci fondo che, in collaborazione con l’associazione ‘Landscapes Paesaggi Alpini in Valcanale’, organizzerà una giornata speciale tra le ombre e le luci del paesaggio. L’eclissi la si potrà ammirare all’ombra di Forte Hensel, a Malborghetto, prima di andare alla scoperta delle peculiarità storiche e gastronomiche di questo territorio.
In caso di cielo coperto o nuvoloso, l’eclissi sarà trasmessa in diretta all’indirizzo https://www.youtube.com/watch?v=gY1U4bYbvT0.

Buona eclissi a tutti!