3 aprile 2020
Aggiornato 18:00
La qualità premia

E’ boom export per i vini del Fvg: +20%

Il valore di crescita, da record a livello nazionale, emerge da una analisi Coldiretti in vista di Expo. Le esportazioni di vino in regione valgono 91 milioni di euro

UDINE - E’ boom per le esportazioni di vini del Fvg, che nel 2014 sono cresciute del 20% in valore, il più alto incremento a livello nazionale. Lo rende noto il direttore di Coldiretti Fvg Danilo Merz, che esprime grande soddisfazione e si congratula con il mondo della vitivinicoltura regionale. E’ quanto emerge da un’analisi della Coldiretti in vista dell’Expo.

L’INDAGINE - La ricerca effettuata dimostra come l’intero export agroalimentare del Fvg abbia segnato un considerevole aumento dell’8%, superiore di oltre tre volte la media nazionale, ferma al 2,4%, per un valore di 760 milioni di euro, di cui ben 91 milioni di vino, trainati dalle 10 Doc, 4 a denominazione di origine controllata e garantita e 3 a indicazione geografica tipica.
«E’ un segnale importante che potrebbe ulteriormente consolidarsi per l’effetto favorevole del tasso di cambio con il dollaro ma anche per le nuove opportunità che vengono quest’anno dall’Expo dove il Fvg  - aggiunge Merz - si presenta con un significativo aumento congiunturale nel quarto trimestre del numero di imprese agricole condotte da under 35 che in Fvg salgono a quasi 700 (+2,4%), in controtendenza ai tassi elevati di disoccupazione giovanile».

LA PRESENZA A EXPO - Il Friuli Venezia Giulia si presenta all’Expo con oltre 14 mila imprese agricole presentando 156 prodotti agroalimentari tradizionali (9 bevande alcoliche, distillate e liquori, 45 carni fresche e loro preparazione, 15 formaggi, 3 grassi, 36 prodotti vegetali allo stato naturale o trasformati, 18 paste fresche e prodotti della panetteria e pasticceria, 13 prodotti di origine animale (miele, lattiero caseari, escluso burro), 13 preparazioni di pesci, molluschi, crostacei, 3 condimenti e 1 piatto composti o prodotto della gastronomia, oltre a 5 prodotti a denominazione di origine protetta (Brovada, Montasio, prosciutto di S. Daniele, olio d’oliva Tergeste) e 1 prodotto a indicazione geografica protetta (prosciutto di Sauris). Ma il Friuli Venezia Giulia ha anche 298 operatori di agricoltura biologica che coltivano una superficie di circa 3.700 ettari. La principale coltivazione è quella della vite con 700 ettari, seguita dai cereali (500) e dalla frutta (190).