19 giugno 2019
Aggiornato 11:30
Prodotti eccellenti

Formadi Frant

Preparazione casearia a base di latte crudo tipica di alcune aree alpine ma che in Carnia raggiunge livelli di qualità molto elevata. Il risultato è un prodotto assolutamente particolare, che varia da produttore a produttore

UDINE - La Carnia,  bellissima area friulana tra le più intatte dal punto di vista naturalistico dell’intero arco alpino, deve anche grazie all’isolamento e all’estrema ruralità delle sue valli, la consuetudine di non sprecare mai nulla di ciò che poteva servire per la sussistenza non si è persa. Il Formadi Frant è senza dubbio una delle più emblematiche ed interessanti di queste: un procedimento adottato per recuperare le forme di formaggio di malga «difettose» o che semplicemente non potevano essere avviate alla stagionatura, perché magari gonfiatesi o con la crosta spaccata.

Anche il pepe rientra in questa tipica preparazione casearia friulana

Anche il pepe rientra in questa tipica preparazione casearia friulana (© )

NON SI BUTTA NULLA -  Nulla si poteva perdere o non riutilizzare, in questa civiltà contadina dove tutto era frutto di grandi sacrifici e tantomeno i formaggi ottenuti con il latte delle vacche che pascolavano sugli alpeggi ed esprimevano nei profumi e negli aromi tutta la ricchezza delle centinaia di erbe spontanee presenti nel foraggio.

Pasta compatta, profumi intensi, gusto complesso

Pasta compatta, profumi intensi, gusto complesso (© )

COME SI FA - Si riuniscono insieme tutte le forme non perfette e si sminuzzano in piccoli pezzi, si tagliano o si grattugiano, a seconda della stagionatura della forma difettata, quindi si amalgamano, prima con il latte e poi si mescolano manualmente con della panna di affioramento, sale e pepe fino ad ottenere un impasto omogeneo, che viene poi ricomposto nelle fascere della latteria. Un giorno o due di riposo, quindi si mettono a stagionare ulteriormente nelle cantine naturali per circa 40 giorni.

UN GUSTO ORIGINALE - Il risultato è un prodotto assolutamente particolare, che varia da produttore a produttore e che unisce alle caratteristiche di morbidezza e rotondità date dalla presenza della panna, anche profumi e sapori più marcati e piccanti, frutto dell’uso di formaggi d’alpeggio a differente livello di maturazione