11 e 12 aprile

Nuova edizione di Castelli Aperti: Villa Elodia spalanca, per la prima volta, le porte al pubblico

18 dimore e due aperture straordinarie in programma

Il castello di Villata di Fagagna (© )

UDINE - Sono di nuovo diciotto: si conferma il numero anche per il 25° appuntamento di Castelli Aperti che, l’11 e 12 aprile, apre al pubblico diverse residenze storiche grazie all’attività del Consorzio per la Salvaguardia dei Castelli Storici del Friuli Venezia Giulia.

COINVOLTE TUTTE LE QUATTRO PROVINCE - A Trieste il Castello di Muggia, a Gorizia il Palazzo Lantieri, il Castello di Spessa di Capriva e il Castello di San Floriano del Collio, nel pordenonese saranno Palazzo Panigai-Ovio di Pravisdomini, il Castello di Cordovado e Castelcosa (a Cosa di San Giorgio della Richinvelda) mentre in provincia di Udine la nuova arrivata Villa Elodia (Trivignano Udinese), il Castello di Arcano, il Castello di Susans (Majano), il Castello di Villalta (Villalta di Fagagna), Casaforte La Brunelde (Fagagna), Palazzo Romano (Case di Manzano), Palazzo Steffaneo Roncato (Crauglio di S. Vito al Torre), Villa Kechler de Asarta (Fraforeano di Ronchis), Rocca Bernarda (Ipplis di Premariacco), il Castello di Cassacco e il Castello di Villafredda (Loneriacco di Tarcento).

LE NOVITÁ DELL'EDIZIONE 2015 - Oltre a Villa Elodia, dimora ottocentesca con barchessa perfettamente ristrutturata e parco secolare, appartenuta a una nobile famiglia veneziana che commerciava seta, la novità dell’edizione di primavera sono due aperture straordinarie: accanto ai consueti orari, il Castello di Cordovado aprirà sabato con orario continuato dalle 10 alle 18 e dedicherà le due giornate a storia e natura, con esposizione di erbe officinali e fioriture primaverili. Il Castello di Villafredda, invece, terrà aperto il sabato dalle 15 alle 22 con in mostra stoffe, gioielli e altri prodotti artistici. Per il resto tutti i dettagli dell’organizzazione restano invariati rispetto alle edizioni precedenti. Le visite partono all’inizio di ogni ora. Alcuni castelli saranno visitabili solo domenica, altri sia sabato pomeriggio che domenica con il seguente orario: domenica mattina alle 10, 11, 12, sabato dalle 15 alle 18 e domenica pomeriggio dalle 14 alle 18 con inizio delle visite ad ogni ora. L’ingresso comprensivo di visita guidata è di 7 euro per ogni castello, ridotto (3,5 euro) per i ragazzi dai 7 ai 12 anni.

LA COLLABORAZIONE CON I CIVICI MUSEI DI UDINE - Grazie al rinnovato accordo con i Civici Musei di Udine, chi visiterà uno dei musei udinesi dal 21 marzo all’11 aprile, conservando il biglietto, avrà diritto a 1 euro di sconto presentandolo all’ingresso di una delle diciotto dimore storiche. Viceversa, chi visiterà uno dei castelli aperti, conservando il tagliando d’ingresso, avrà diritto a un biglietto ridotto di 2,50 euro da utilizzare nei Civici Musei udinesi dal 12 aprile al 3 maggio 2015.

IL CONCORSO FOTOGRAFICO - Si rinnova anche l’appuntamento con la terza edizione del concorso fotografico «Castelli Aperti»: per partecipare è sufficiente inviare le immagini degli esterni dei castelli (aderenti alla manifestazione) alla mail info@consorziocastelli.it entro domenica 19 aprile. La giuria interna del Consorzio sceglierà i tre migliori scatti: i vincitori saranno invitati a visitare la sede del Consorzio nella Torre di Porta Aquileia a Udine dove verrà loro consegnata in omaggio una serie di volumi a loro scelta tra quelli disponibili pubblicati dal Consorzio.

Sul sito del Consorzio www.consorziocastelli.it è possibile verificare orari e aperture delle singole dimore e scaricare il programma completo delle due giornate. Si può inoltre contattare la segreteria per prenotare per gruppi superiori a 20 persone (tel. 0432-288588 da lun. a ven. 9-13; visite@consorziocastelli.it).