Il dibattito all’interno del centro-sinistra

«Cara Antonella non sono d'accordo». Martines se la prende con il vertice del Pd

Il consigliere regionale, chiedendo un dibattito aperto, critica la scelta della segretaria Fvg di pubblicare il suo pensiero sul sito del partito, definendolo «di cattivo gusto, superficiale e di piglio propagandistico». Anche in Fvg è evidente come le diverse anime dei dem fatichino a convivere

Vincenzo Martines (© )

UDINE - Le diverse anime del Partito Democratico non vivacizzano solo la politica nazionale, ma accendono il dibattito anche a livello locale. A uscire allo scoperto è Vincenzo Martines, consigliere regionale e componente della Direzione nazionale del Pd (civatiano della prima ora), che critica la posizione della segretaria del Fvg, Antonella Grim. Lo fa pubblicando un post su Facebook, dicendosi «stupito» dalla nota apparsa sul sito del Pd regionale, che considera «superficiale e di cattivo gusto».

LA POSIZIONE DI MARTINES - Il consigliere regionale si rivolge direttamente a Grim: «Sembra tu ti faccia portabandiera dell'ideologia del decisionismo democratico, ultima frontiera dell'ultra renzismo. Niente di male se lo avessi scritto sulla tua pagina Facebook o sul tuo sito personale, ma sul nostro sito...Io ho un'idea un po' diversa rispetto a quello che sta succedendo nel partito nazionale, in particolare a proposito del decisionismo». Martines non nasconde un certo disappunto per i contenuti del messaggio, ma stigmatizza soprattutto la scelta di aver utilizzato il sito del Pd Fvg per diffonderlo, «sito di tutti», come evidenzia il consigliere regionale, quindi sia dei renziani ma anche delle altre correnti del partito.
L’ex vicesindaco di Udine non ci va leggero con le parole, ed esterna così il suo disappunto: «Punto Dem si chiama la rubrica e con il piglio della propaganda, un po' superficiale, un po' di cattivo gusto, dici: ‘Quelli che dicono no alle riforme sono un pericolo per la buona politica’. Ecco, sì, magari non nel sito ufficiale del Pd del Fvg».

L’APPELLO - Martines confessa di essere preoccupato per la tenuta del partito e chiede a Grim di aprire il dibattito all’interno del Pd regionale. «Sei segretaria - dice rivolgendosi a Grim - non ti sfuggirà la delicatezza di ciò che sta accadendo. Spero vivamente tutto si rassereni in Parlamento in occasione del voto sulla riforma elettorale, altrimenti non basteranno i nostri post sul web a farci affrontare le difficoltà che stiamo vivendo. Se non ‘live’ - chiude il civatiano - apritelo il dibattito telematico, con le forme che ritenete. C'è molto bisogno di un dibattito aperto».