Innovazione

Il turismo montano diventa 2.0 grazie alla Carnia Mapp

Presentata l’applicazione che unisce la tradizione delle carte Tabacco con le emozioni delle immagini di Ulderica Da Pozzo. Un progetto del valore di 35 mila euro portato a termine da Euroleader

La presentazione della Carnia Mapp avvenuta a Udine (foto Gallina) (© )

UDINE - Per chi ama la montagna e le escursioni, le mappe Tabacco non possono mai mancare nello zaino. Per chi ama la Carnia, invece, impossibile non aver ammirato almeno una volta le foto di Ulderica Da Pozzo, modo migliore per cogliere gli aspetti più nascosti del paesaggio, i segni dell’uomo, le tradizioni. Se si uniscono questi due elementi, Tabacco e Da Pozzo, aggiungendo un pizzico di tecnologia, il risultato si chiama ‘Carnia Mapp’, applicazione per tablet e smartphone realizzata da Euroleader per promuovere il territorio in maniera 2.0, coinvolgendo l’utente in prima persona.

TURISMO DELLE EMOZIONI - L’obiettivo del progetto, costato 35 mila euro, lo illustra il presidente di Euroleader Daniele Petris: «La nostra concezione del turismo va oltre i concetti di mare, montagna o città, ma abbraccia l’aspetto più emozionale dato dal paesaggio. Per questo abbiamo scelto le foto di Ulderica: dai suoi scatti escono i sapori e i profumi della Carnia». E’ la stessa Da Pozzo, durante la presentazione della App avvenuta a Udine, nella sede della Regione, a raccontare il senso del suo coinvolgimento nel progetto: «Ho scelto luoghi e paesaggi e ho immaginato viaggi e incontri dentro quella Carnia che conosco bene e che amo di più. Una Carnia vera, raccontata attraverso gli occhi e le voci di chi la abita e non attraverso immagini stereotipate da cartolina illustrata».

CARNIA MAPP - ‘Carnia Mapp’ è la personalizzazione della app cartografica della casa editrice Tabacco, finanziata con fondi Psr (Asse IV) da Euroleader. Un’applicazione, come spiegato da dal direttore commerciale della Tabacco Alessandro Specogna e dal responsabile produzione Attilio De Rovere, gratuita che, attraverso l'uso di uno smartphone o di un tablet permette di localizzare, su una mappa della Carnia, i luoghi e gli itinerari proposti, di visualizzare i contenuti, di registrare le tracce Gps dei propri percorsi e di condividerli attraverso la posta elettronica e i social network. I paesaggi sono stati scelti dalla fotografa Da Pozzo, che da anni percorre la Carnia, leggendone sapientemente i cambiamenti e custodendo la preziosità delle tradizioni. I luoghi sono stati proposti nella app attraverso una serie di percorsi con tracciati Gps e brevi foto racconti geo-referenziati e didascalizzati. L'applicazione, disponibile in italiano, inglese e tedesco, è ‘residente’ sul dispositivo e non ha quindi bisogno di connessione telefonica. All'interno dell'applicazione è possibile fare una ricerca fra i toponimi del territorio carnico cartografato e localizzare gli stessi sulla mappa.

IL COMMENTO DI BOLZONELLO - «E' una app molto interessante che coniuga la professionalità della casa editrice Tabacco con le bellissime fotografie di Ulderica Da Pozzo ed è uno strumento che ci aiuterà molto nella strategia di promozione turistica per fare scoprire luoghi della Carnia che forse sono sconosciuti anche a tanti di noi e che di certo affascineranno i turisti da fuori regione». Così il vicepresidente della Regione Sergio Bolzonello commenta l’iniziativa. «Il Gal Carnia ha speso al meglio una parte dei fondi della programmazione europea investendo su questo progetto che credo potrebbe diventare apripista per molte altre zone del Friuli Venezia Giulia vocate al turismo», chiosa il vicepresidente, confermando il ruolo dei Gal per lo sviluppo locale.