Svolta 2.0

La Polizia locale di Udine sbarca sui social: ecco il profilo Twitter

Grazie ai cinguettii, la sala operativa di via Girardini informerà i cittadini sulle deviazioni stradali, sugli incidenti, sul posizionamento degli autovelox. Il comandante Bedessi: «Ciò che ci interessa è prevenire eventuali infrazioni al codice della strada»

La Polizia locale di Udine sbarca su Twitter (© )

UDINE – Essere informati in tempo reale su interruzioni o lavori stradali, sapere dove la polizia locale posizionerà gli autovelox, conoscere eventuali criticità causate da emergenze improvvise. Il Comune di Udine si affida a Twitter per rendere sempre più immediata la comunicazione con la popolazione, facendo sbarcare sui social la Polizia locale. E’ già attivo il profilo Twitter (@PL_Udine), a cui, tra meno di un mese, si affiancherà la App ‘Infotraffico’. L’iniziaitiva è stata presentata mercoledì mattina in via Girardini, sede del Comando della Polizia locale, dal comandante Sergio Bedessi, dal sindaco Furio Honsell e dall’assessore Gabriele Giacomini.

Il primo tweet e quegli hashtag messi «a caso»
Il primo cinguettio della Polizia locale di Udine (se ne occupa l’operatore della sala operativa, attiva 24 ore su 24) è stato lanciato attorno a mezzogiorno: ‘#avviso #udine #da oggi la Polizia Locale di Udine su twitter’. Questo il testo, con un uso non proprio opportuno degli hashtag, ma siamo ancora all’inizio.
L’idea che sta alla base di questa svolta 2.0 della Polizia locale è di riuscire a comunicare più rapidamente con i cittadini utilizzando quegli strumenti che oggi vanno per la maggiore, e cioè i dispositivi mobile, tablet e smartphone su tutti. Una comunicazione che, in questa prima fase, sarà unilaterale, visto che servirà solo per dare informazioni e non per ricevere segnalazioni.

Il nuovo piano di comunicazione 2.0 in due mosse
A entrare nel merito del progetto è l’assessore Giacomini, che ha spiegato le due fasi dell’iniziativa: «La prima, più immediata, riguarda il lancio di Twitter, che sarà utilizzato per le informazioni più urgenti e improvvise. La seconda, da metà maggio, attraverso la App ‘Città di Udine’ con la sezione Infotraffico per le comunicazioni programmabili. Un tassello fondamentale per migliorare la gestione della sicurezza e della viabilità in un ottica smart e condivisa».
Soddisfatto il sindaco Honsell: «Tutti i nuovi strumenti di comunicazione digitale devono essere utilizzati per tenere informati i cittadini sulle problematiche urgenti o di ordine pubblico».

La svolta social della Polizia locale
Il cambiamento 2.0 della Polizia di Udine consentirà ai cittadini di sapere, via Twitter, in che zona saranno installati gli autovelox. «A noi interessa instaurare un rapporto diretto con il cittadino – afferma il comandante Bedessi –. Se si sa dove saranno azionati gli autovelox, gli automobilisti in transito in quella zona rallenteranno, e noi avremo centrato l'obiettivo. Non vogliamo reprimere ma prevenire eventuali infrazioni al codice della strada».
Indicativamente, i tweet legati alla viabilità saranno circa da 1 a 5 al giorno, mentre quelli legati a grandi emergenze potrebbero non superare i 3 l'anno. I messaggi potranno essere ricevuti sia su smartphone, sia su computer.