L’investimento è di 5 milioni di euro

Sottopasso di Santa Caterina: Regione e Provincia decise a completare l’opera

Fontanini chiede di liberare nuovi spazi finanziari per pagare le imprese, Santoro-Panontin assicurano che l’opera è prioritaria e sarà portata a compimento nei tempi stabiliti

Regione e Provincia credono nella realizzazione del sottopasso di Santa Caterina (© )

UDINE - Il cantiere per la realizzazione del sottopasso di Santa Caterina andrà avanti. Lo chiede la Provincia di Udine, lo vuole la Regione Fvg. Nei giorni scorsi c’è stato un sopralluogo nell’area dei lavori, e gli amministratori presenti hanno confermato l’intenzione di andare fino in fondo con l’opera. Per farlo la Regione dovrà concedere gli spazi finanziari necessari a superare il Patto di stabilità e consentire così alla Provincia di far procedere l'intervento pagando le imprese coinvolte.

La Regione ci crede e non si nasconde
«La realizzazione di quest’opera è strategica alla risoluzione di annosi disagi alla viabilità sulla Pontebbana e per i Comuni di Pasian di Prato e Campoformido». A sostenerlo è l'assessore regionale alla Viabilità, Mariagrazia Santoro, in visita al cantiere per l'eliminazione del passaggio a livello lungo la strada statale 13 Pontebbana insieme al collega Paolo Panontin.
«L’opera è in buono stato di avanzamento - aggiunge - e non può subire rallentamenti, pertanto la Regione terrà in buona considerazione l'intervento al fine della concessione degli spazi finanziari necessari alla Provincia di Udine per i pagamenti degli avanzamenti lavori del 2015».

La Provincia incalza per portare a temine l’opera
«Chiediamo alla Regione di autorizzarci pagamenti per il cantiere di Santa Caterina per almeno 3 milioni di euro – chiarisce il presidente Pietro Fontanini, presente al sopralluogo insieme al suo vice Franco Mattiussi – altrimenti il rischio è di sospendere i lavori. Non chiediamo risorse ma possibilità di spesa tale da emettere entro dicembre 2015 i mandati di pagamento a favore dell’impresa che sta conducendo i lavori». Sulla stessa lunghezza d’onda il vicepresidente Mattiussi. «Noi vogliamo che l’impresa completi l’infrastruttura entro novembre compatibilmente con le condizioni meteorologiche ed è giusto che venga riconosciuta alla stessa, in virtù dell’ottimo lavoro che sta svolgendo, la remunerazione per l’appalto».

Il progetto di Santa Caterina
Il progetto prevede la realizzazione di una nuova struttura viabilistica che, da via Campoformido, scorrerà parallelamente alla linea ferroviaria e poi, attraverso una rotonda ‘in trincea’ si ricollegherà alla statale Pontebbana.
L'intervento complessivo comporta un investimento di 5 milioni 164 mila, di cui 4 milioni 131 mila dalla Regione e 1 milione 32 mila dalle Ferrovie.
Oltre il 60% delle opere sono state concluse. Ora la ditta appaltatrice (l’impresa Brunelli) è impegnata nella realizzazione dei due manufatti che saranno ultimati entro la fine di giugno e successivamente collocati nella loro sede definitiva al di sotto della linea ferroviaria, dando vita ai sottopassi della futura rotonda sulla direttrice Udine-Pordenone.