3 aprile 2020
Aggiornato 20:00
Progetto «Alternanza scuola-lavoro»

Casa Cavazzini forma le «guide» del futuro

Nei weekend di maggio,dalle 10 alle 19, otto studenti dell'Educandato Uccellis saranno a disposizione dei visitatori per guidarli all'interno del percorso espositivo

UDINE - Casa Cavazzini diventa una palestra per giovani studenti impegnati ad applicare «sul campo» le conoscenze acquisite sui banchi di scuola. A partire da questo weekend e fino al 31 maggio, nei sabati e nelle domeniche dalle 10 alle 19, otto allievi del liceo classico europeo annesso all’Educandato statale «Collegio Uccellis» saranno a disposizione di coloro che vorranno visitare il museo per accompagnarli in una visita guidata gratuita all’interno del percorso espositivo.

L'iniziativa rientra in «Alternanza scuola-lavoro»
Ai visitatori interessati a farsi guidare da un giovane «Cicerone» attraverso le sale di Casa Cavazzini sarà sufficiente presentarsi alla biglietteria, senza alcun costo aggiuntivo rispetto al biglietto di ingresso. L'iniziativa rientra in «Alternanza scuola-lavoro», un progetto gestito dal ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, che si propone di mettere a frutto le competenze scolastiche, affinate con approfondimenti specialistici in ambito lavorativo.
Questa attività permette agli studenti volontari di partecipare a percorsi formativi attuati, verificati e valutati all’interno di convenzioni e accordi di collaborazione tra l’istituzione scolastica e le imprese, le associazioni, gli enti pubblici e privati, disponibili ad accogliere gli studenti per periodi di apprendimento in situazione lavorativa. Gli allievi, seguiti dalle docenti Alessia Scuor e Mara Bona, hanno condotto all’interno della struttura museale un percorso di formazione in collaborazione con il servizio didattico «Altreforme».

Per informazioni: Segreteria Servizio Didattico (tel 0432414749 – fax 0432414745 – didatticamusei@comune.udine.it -www.didatticamuseiudine.it).