26 agosto 2019
Aggiornato 03:00
Occhi puntati sul centro pedemontano

Gemona punta al Guinness World Record con un tiramisù da 2 mila kg

L'impresa sarà tentata domenica 24 maggio. In piazza del Ferro sarà Lorenzo Veltri, giudice dello Show dei Record, a sancire il successo dell'iniziativa. Tra i testimonial dell'evento, Totò Di Natale e Gabriella Paruzzi

GEMONA DEL FRIULI – Tutto è pronto a Gemona per tentare di battere il record del tiramisù più grande del mondo. Saranno necessari oltre 650 chili di mascarpone e 650 litri di panna per l’impresa. Il tiramisù, come da regolamento, dovrà essere un pezzo unico e dovrà essere pesato direttamente in piazza con una gru. L’obiettivo, per riuscire a entrare nel Guinness World Record, è realizzare un dolce di 2 mila chilogrammi. Dopo le misurazioni del caso, il dolce sarà assaggiato da tutti i presanti, e il ricavato andrà in beneficenza alle scuole di Gemona. Tanti gli sponsor che hanno deciso di dare sostegno all’iniziativa: Blanc, il latte del Consorzio Agrario del Fvg, Despar, Pascolo, Caffè Totò Di Natale (il capitano dell'Udinese sarà anche testimonial dell’iniziativa insieme a Gabriella Paruzzi), Arteni, con la collaborazione del Civiform e il sostegno dei Comuni di Gemona, Venzone e Osoppo.

Un record particolarmente ‘gustoso’
Giudice di giornata sarà Lorenzo Veltri, assistente di Jerry Scotti allo Show dei Record dal 2009. Il clou della manifestazione si svolgerà durante il pomeriggio di domenica 24 maggio in piazza del Ferro, dove sarà assemblato il tiramisù più grande del mondo. Per l’occasione, in piazza ci sarà anche la moka più grande del mondo, in grado di fare 40 litri di caffè, offerto con la porzione di tiramisù.
L’iniziativa è promossa dall’associazione di commercianti Conserva, che riunisce una sessantina di attività della zona. C’è anche un gruppo su Facebook per seguire attimo dopo attimo la preparazione del tiramisù.
Il Friuli, quindi, dopo aver reclamato l’invenzione di uno dei dolci più famosi e apprezzati (la ricetta originale sarebbe dei vecchi gestori dell’albergo Roma di Tolmezzo), tenta di legare il suo nome anche al tiramisù più grande mai realizzato nei Cinque Continenti.