16 agosto 2018
Aggiornato 02:00

Sapori Pro Loco: gran finale a Villa Manin

43 le realtą presenti in rappresentanza di tutta la regione chesono pronte a soddisfare nuovamente la curiositą gastronomica del pubblico con 107 piatti tipici. In programma durante l’ultima giornata della manifestazione anche molti eventi collaterali
Domenica 24 maggio ultima giornata per Sapori Pro Loco
Domenica 24 maggio ultima giornata per Sapori Pro Loco ()

CODROIPO - Si chiude a Villa Manin Sapori Pro Loco, la grande vetrina delle eccellenze enogastronomiche del Friuli Venezia Giulia: 43 Pro Loco presenti in rappresentanza di tutta la regione sono pronte a soddisfare nuovamente la curiosità gastronomica del pubblico con 107 piatti tipici.

Un’edizione ricca
Un'offerta che significa anche terreno fertile per il turismo, tanto da suscitare l'interesse del mondo accademico. «Abbiamo ospitato gli studenti del master in turismo dell'Università di Udine - ha spiegato Valter Pezzarini, presidente del Comitato regionale del Friuli Venezia Giulia dell'Unione Nazionale delle Pro Loco d'Italia che guida il gruppo organizzatore - per una lezione sul mondo delle Pro Loco e la sua capacità, attraverso eventi e sagre, di essere volano turistico. Non solo qui in Friuli Venezia Giulia ma anche a livello nazionale». Sapori Pro Loco ha anche accolto il consiglio dell'Unione nazionale delle Pro Loco d'Italia-Unpli: il presidente nazionale Claudio Nardocci ha speso parole di elogio per il mondo delle Pro Loco del Friuli Venezia Giulia. «Un sistema da esportare quello del Fvg- ha dichiarato Nardocci - capace di lavorare in maniera unitaria e con un Comitato che offre servizi di livello». Ai consiglieri nazionali, accolti anche dal vicepresidente del Comitato regionale Antonio Tesolin e dal collega di consiglio Marco Specia, é stata offerta una cena di gala con i cibi tipici regionali e i grandi vini a partire dagli spumanti selezionati dal premio Filari di Bolle di Casarsa.

L’ultimo giorno sarà ricco di eventi collaterali
Domenica 24 maggio il programma di eventi collaterali vede insieme a Ersa l'incontro sui vini del territorio, con anche un approccio alla degustazione insieme ai sommelier dell'Ais Fvg, e il gusto della carne di pezzata rossa e della trota insieme al Crita, Università di Udine e allevatori (soggetti che collaborano anche agli altri incontri). Sempre il 24 maggio Irtef organizzerà invece un approfondimento sull'orticoltura, a partire dagli orti di casa degli appassionati che stanno riscoprendo questa "arte verde». E poi giri in carrozza del parco di Villa Manin con l'Afac, concerti bandistici con Anbima e momenti letterari e artistici, oltre ai giochi di una volta per i più piccoli. «A chiudere la rassegna - ha aggiunto Pezzarini - il concerto Note di Sapori della Civica orchestra di fiati «Giuseppe Verdi» della Città di Trieste, che la sera del 24 maggio precederá il grande spettacolo pirotecnico-musicale denominato Incendio della Villa: una grande conclusione a celebrare il lavoro dei nostri mille duecento volontari che tanto si sono impegnati in questi giorni».

Il programma completo si può sfogliare anche online sul sito web www.prolocoregionefvg.it mentre aggiornamenti in diretta si potranno trovare sulla pagina Facebook ufficiale Sapori Pro Loco e sugli altri social network seguendo l’hashtag #SaporiProLoco.

Programma del 24 maggio
- 10.30 Apertura stand enogastronomici
Carrozze in Villa dalle ore 10.30 alle ore 12.30 e dalle ore 14.30 alle ore 18.30. Passeggiate in carrozza nel Parco di Villa Manin (costo € 2,00 a persona) in collaborazione con l’Afac En Plein Air in Villa: dall’alba al tramonto Esposizione d’arte nella Piazza dei Dogi a cura del Circolo culturale artistico Quadrivium.
- 11.30 Breve corso di approccio al vino - Come degustare il vino in collaborazione con l’Ais – Associazione italiana Sommelier del Friuli Venezia Giulia (partecipazione gratuita fino ad esaurimento posti)
- 15.00 I giochi di una volta a cura degli animatori del gruppo «In Arte...Buri»
- 15.30 L’Istituto per la Ricerca sulle tecniche educative e formative – Irtef presenta: Conoscere e valorizzare l’orticoltura non professionale del Friuli Venezia Giulia. Sergio Simeoni, Direttore Irtef e responsabile programma di ricerca «Orti non professionali» Mauro Pascoli, Urbanista e membro del Direttivo regionale Fvg dell’Istituto nazionale di urbanistica
Rino Gubiani, Professore del Dipartimento di Scienze agrarie ed ambientali dell’Università degli Studi di Udine
Sandro Cargnelutti, Formatore sulle tematiche dello sviluppo locale sostenibile e membro della Segreteria di Legambiente Fvg I relatori affronteranno le tematiche legate ai fattori che giustificano una ricerca partecipata sull’orticoltura non professionale, considerata una sorta di filiera alimentare corta autogestita; agli aspetti del paesaggio e della conservazione del territorio; alle tecniche agronomiche e ai saperi tra innovazione e tradizione; agli aspetti ecologici della pratica orticola non professionale e la gestione della fertilità dei suoli.
- 17.00 La carne di pezzata rossa italiana e trota del Friuli Venezia Giulia, progetti sviluppati in collaborazione con Centro di ricerca e innovazione tecnologica in agricoltura - Crita, Università degli Studi di Udine (Dipartimento di Scienze agrarie e ambientali e Dipartimento di Scienze degli alimenti), Associazione nazionale Allevatori di pezzata rossa Italiana e alcuni allevatori di trota della regione. Seguirà degustazione guidata.
- 18.30 Concerto Aperitivo con la filarmonica «Leonardo Linda» di Nogaredo di Prato (Udine) diretta dal Maestro Irina Guerra Lig Long. Fondata nel 1855, la Filarmonica festeggia quest’anno il 160° anno di attività. In collaborazione con l’Anbima Fvg.
- 20.30 Note di Sapori: cincerto della Civica orchestra di fiati «Giuseppe Verdi» - Città di Trieste diretta dal Maestro Chiara Vidoni. Il forte legame che unisce gli orchestrali contagia il pubblico presente, che partecipa (con le orecchie e con il cuore) ad un’esecuzione impeccabile!
- 22.30 L’Incendio della Villa: suggestivo spettacolo piromusicale di chiusura a cura della ditta Stabilimento Pirotecnico FriulVeneto.

Inoltre apertura delle mostre in corso a Villa Manin su Avanguardia russa, Moroso concept e Ferruccio Carassale, oltre alla possibilità di visitare il parco secolare. Aperti anche i musei di Codroipo: quello delle carrozze e quello archeologico.