23 giugno 2021
Aggiornato 19:30
Conclusa la 14ma edizione

La pioggia non ha fermato Sapori Pro Loco: bilancio più che positivo

1200 volontari, 43 Pro Loco, 107 piatti tipici: sono solo alcuni dei numeri della manifestazione che si è conclusa a Villa Manin. Molto apprezzati anche gli eventi collaterali, la villa e il suo parco

CODROIPO - Bilancio positivo per la 14ma edizione di Sapori Pro Loco. Soddisfatti i 1200 volontari delle 43 Pro Loco presenti con ben 107 piatti tipici. «Per noi è stato il debutto - ha dichiarato Patrizia Bertoncello della Pro Loco Valtramontina di Tramonti di Sotto - e siamo orgogliosi di aver fatto la nostra parte in questa grande avventura: tutto il nostro paese, che ha 400 residenti, è venuto a trovarci qui a Villa Manin». 

Grande successo per l'edizione 2015 della manifestazione 
La grande manifestazione di tipicità, gusto e tradizioni nostrane ha registrato importanti numeri in termini di presenze nonostante il tempo avverso. «Anche nel secondo fine settimana - ha commentato il presidente del Comitato regionale Valter Pezzarini - c'erano tutte le premesse per battere il record di 30 mila presenze del primo weekend. La pioggia di venerdì e sabato ci ha rallentato, ma domenica 24 maggio abbiamo chiuso in un crescendo di numeri, con visitatori provenienti anche da fuori regione, grazie a un forte tam tam che ha richiamato migliaia di persone». Anche i consiglieri dell'Unpli - l'Unione nazionale Pro Loco d'Italia - che si sono riuniti per il consiglio, hanno suggerito di promuovere nelle loro regioni la manifestazione il prossimo anno. «Grande successo anche per gli incontri di approfondimento sui prodotti tipici promossi con l'Ersa Fvg, che ha dedicato gli ultimi due appuntamenti a vino, carne di pezzata rossa e trota, tutti rigorosamente prodotti in Friuli Venezia Giulia. Un grazie di cuore a tutti i volontari delle Pro Loco e ai componenti del consiglio direttivo del Comitato - ha concluso il presidente - che hanno accolto i visitatori con il sorriso anche durante i giorni di pioggia».

Numeri da capogiro 
Per quanto riguarda i "numeri", quelli forniti da alcune Pro Loco possono fornire l'idea del grande afflusso di pubblico. Montegnacco ha servito 10 quintali di costa alla fiamma, mentre quella Flaibano ha preparato 6 mila porzioni di frico (nell'ordine di gradimento versione classica, alle erbe e piccante) accompagnate da 7 quintali di polenta. Numeri interessanti anche per cibi più ricercati: la Pro Spilimbergo - per citarne una - ha servito 700 porzioni di gnocchi agli asparagi. Ben 15 mila sono stati invece i calici ordinati nell'enoteca gestita dalle Pro Loco di Buttrio e Bertiolo. «C'è sempre più richiesta di 'bollicine' - ha commentato Marino Zanchetta dell'enoteca - ma i vini rossi e bianchi continuano a difendersi».

Bilancio positivo anche per Villa Manin
L'ultima giornata ha visto anche numerose persone visitare Villa Manin, il cui parco aperto per l'occasione è stato solcato dalle carrozze dell'Afac sulle quali si poteva fare un giro turistico. Inoltre, nel prato della villa, apprezzati giochi per bambini proposti dai ragazzi del gruppo "In arte...Buri». In serata gran finale con il concerto della civica orchestra di Trieste e lo spettacolo pirotecnico musicale.