26 agosto 2019
Aggiornato 03:00
Federconsumatori traccia il bilancio del 2014

In aumento le «truffe» energetiche

Il presidente regionale Billa diffonde i numeri dell'anno scorso, durante il qualel'associazione ha ricevuto 14 mila contatti, con 1.137 pratiche gestite in provincia di Udine. 8 su 10 vertenze vanno a buon fine

UDINE – Aumentano gli iscritti così come le pratiche avviate, con la maggior parte delle segnalazioni che riguardano l’ambito della telefonia e dell’energia elettrica. Federconsumatori Fvg ha tracciato il bilancio dell’attività 2014, un anno nel quale ha gestito oltre 14 mila contatti. Un sodalizio in crescita (nel 2014 gli iscritti sono stati 4.306 rispetto ai 4.088 del 2013, 2.495 dei quali in provincia di Udine), che per essere sempre più vicina e accessibile agli utenti, ha avviato uno sportello on-line, affiancandolo ai 28 sportelli gestiti grazie a una novantina di volontari.  

I numero del 2014
A fare il bilancio dell’anno scorso è il presidente regionale Edo Billa, che si è focalizzato sulla provincia di Udine. In questo territorio, nel 2014 Federconsumatori ha trattato 1.137 pratiche, il 32% delle quali per problemi legati a contratti telefonici, il 28% per contratti di energia elettrica e gas, il 15% per l’acquisto di beni di consumo e il 10% per servizi finanziari. «In percentuale - spiega Billa - stanno aumentando soprattutto i problemi legati al mondo dell’energia, con le persone che ci segnalano contratti non corrispondenti alle promesse o doppie fatturazioni. Problemi emersi dopo la liberalizzazione del mercato». Nei numeri forniti da Federconsumatori Fvg non compaiono ancora le pratiche legate al crac CoopCa e Cooperative Operaie, che faranno sicuramente lievitare i dati relativi al 2015.
«Le nostre vertenze – aggiunge Billa – in media, 8 volte su 10, si risolvono in modo positivo per i nostri assistiti». Tra le curiosità segnalate
dall’associazione, anche alcune vertenze sanitarie legate a protesi tossiche o alla mancata esenzione del ticket.

Un’associazione 2.0
Fondata nel 1994, Federconsumatori Fvg dimostra di essere molto sensibile alle nuove tecnologie. Oltre ad avviare una serie di corsi sui temi della sicurezza in internet e dell’alfabetizzazione informatica, l’associazione ha attivato lo sportello on line, grazie al quale è possibile chiedere informazioni o inviare segnalazioni, avviare una pratica per contestare una bolletta o denunciare un acquisto difettoso direttamente dal computer di casa.
Ma nel bilancio sociale di Federconsumatori Fvg, assumono un ruolo sempre più importante anche attività diverse da quella classica di tutela dei consumatori. «Tra le iniziative già avviate o in cantiere – spiega ancora Billa – anche la realizzazione di un social networsk regionale dedicato ai consumi, la promozione di campagne di informazione sul contrasto alla ludopatia, sulla responsabilità sociale d’impresa, sull’efficienza energetica degli edifici e sull’assistenza alle persone non autosufficienti». Anche di questo si parlerà al congresso regionale che si terrà venerdì 29 maggio all’Abbazia di Rosazzo al quale interverrà anche il presidente nazionale di Federconsumatori Rosario Trefiletti.