3 aprile 2020
Aggiornato 19:30
Sabato manifestazione in piazza

Piove nel reparto di Ostetricia e Ginecologia di Latisana

La denuncia è del portavoce del MoVimento 5 Stelle in Consiglio regionale, Andrea Ussai. Il grillino incalza la giunta Serracchiani chiedendo di decidere sul futuro del punto nascita e di utilizzare i nuovi spazi collaudati 7 mesi fa

LATISANA – C’è il temporale e nel vecchio reparto di Ostetricia e Ginecologia dell'Ospedale di Latisana piove nelle corsie. La denuncia è del portavoce del MoVimento 5 Stelle in Consiglio regionale, Andrea Ussai.
«Con una nostra mozione da poco discussa in  Consiglio regionale – spiega Ussai – avevamo chiesto che venisse mantenuto a Latisana il punto nascita e le degenze di Pediatria e di Ostetricia e Ginecologia, sottolineando come in questa struttura fosse già approntato da tempo un nuovo reparto materno infantile modernissimo, con tutti i requisiti di sicurezza previsti dalle normative per un numero di parti fino a 1.000. Questo reparto, invece – evidenzia – a oggi è ancora chiuso, dopo essere stato consegnato e collaudato sette mesi fa dalla ditta appaltatrice dei lavori».

Chiesto un intervento urgente della Regione
«Cosa manca per utilizzare i nuovi reparti? - attacca Ussai -. Ora ci troviamo in una situazione paradossale: da un lato abbiamo un reparto nuovo inutilizzato che viene anche refrigerato nei mesi estivi, dall'altro abbiamo cittadini e operatori costretti a utilizzare una struttura che continua a ‘fare acqua’, come la politica sanitaria della giunta Serracchiani».
Per ora la giunta regionale ha preso tempo, per scegliere se mantenere o meno il punto nascita e i reparti di Pediatria e di Ostetricia e Ginecologia a Latisana.
«A questo punto – continua il portavoce dei grillini – chiediamo con forza all'assessore Telesca di imporre l'utilizzo dei nuovi padiglioni dell'Ospedale di Latisana, dove sono stati investiti risorse ingenti».
Una questione che sarà il motivo della manifestazione organizzata per sabato mattina, alle 9 (ritrovo alle 8.45 al parcheggio del mobilificio Bergamin) a sostegno del Punto nascita e della pediatria di Latisana.