22 novembre 2019
Aggiornato 05:30
Eventi

Presentata la «Notte Bianca»: restiamo «saldi» in città

Il 4 luglio la città sarà animata da numerosissime iniziative. Musica, tango argentino, spazi per i più piccoli e tour vintage, in bici, della città. Ma anche musei aperti fino alle 23 e tanti eventi culturali. Parcheggi in struttura aperti e gratis dalle 21 all'1. divertimento fino alle 2 di notte

UDINE - È iniziato il conto alla rovescia. Il 4 luglio andrà in scena una nuova edizione della "Notte Bianca». La città sarà animata da numerosissime iniziative. Particolare attenzione - come spiegato dall'assessore alle attività produttive e turistiche, Alessandro Venanzi, in occasione della presentazione - «sarà rivolta ai commercianti che in questa nuova edizione della manifestazione saranno i veri protagonisti». Il messaggio che l'amministrazione vuole veicolare è quello di una "White Night" diversa. «L'abbiamo pensata come un atelier a cielo aperto». Tutte le attività commerciali che hanno aderito al programma proposto - circa 60 - avranno la possibilità di occupare degli spazi esterni per attirare il pubblico di curiosi e, soprattutto, di potenziali acquirenti. «Non vogliamo che questa giornata sia solamente un'occasione di festa, ma desideriamo far entrare le persone nei negozi» ha spiegato Venanzi. 

Moltissime le news per l'edizione 2015 della White Night udinese
Le novità dell'edizione 2015 della Notte Bianca udinese saranno molte. Come tante sono le collaborazioni che hanno consentito di elaborare un programma ricco di appuntamenti adatti a tutti i gusti: dalle associazioni di categoria, quali Confcommercio Udine e Confartigianato - rappresentate alla presentazione rispettivamente dal presidente Giuseppe Pavan, e da Eva Seminara - all'associazione UdineIdea - in sala presente la presidente Arianna Calcaterra-. Ulteriore novità di quest'anno è l'orario di chiusura dei festeggiamenti, prorogato alle 2 di notte. I parcheggi saranno quindi aperti fino all'1 e gratuiti a partire dalle 21. Invariata la possibilità di ritiro dell’auto h 24. In concomitanza alla Notte Bianca, ci sarà inoltre "Conoscenze in Festa" la tre giorni (3,4,5 luglio) organizzata dall'Università degli studi di Udine, che darà un ulteriore tocco di novità alla manifestazione e contribuirà ad animare il centro cittadino.

Musica, tango argentino, spazi per i più piccoli e tour vintage, in bici, della città
Ad aprire la giornata che precederà la «White Night» sarà un'anteprima d'eccezione, lo straordinario concerto, in programma alle 7.30 del mattino in piazza San Giacomo, «Il risveglio di Udine», di Remo Anzovino. La serata in bianco sarà allietata poi da numerose esibizioni musicali nelle vie e nelle piazze della manifestazione, realizzate anche in collaborazione con il cartellone di Udine Jazz e di Homepage Festival Road Show. Tra gli eventi clou spicca la serata in programma in castello a partire dalle 21.30, che culminerà con il concerto dei Carnicats. Per l'occasione l’ARLeF sarà presente, nell’area antistante il castello, con il progetto Fûrxfur (fûr par furlan) e uno stand dove verranno distribuiti gratuitamente materiali esplicativi e gadget dedicati. Il tango argentino sarà protagonista in piazza XX Settembre dalle 19 alle 2 del mattino, mentre gli appassionati delle due ruote potranno scoprire Udine con un tour in bici organizzato in programma dalle 18.30 alle 20. Non mancherà poi l'animazione per bambini, in particolare grazie al «Villaggio dei Puffi», che sarà aperto dalle 16 alle 23 in via Mercatovecchio, e all'apertura straordinaria dalle 20.30 alle 23.30 della Ludoteca di via del Sale.

Musei aperti fino alle 23 e tanti eventi culturali
Come ormai da tradizione la Notte Bianca non sarà solo musica e shopping, ma anche cultura. Per valorizzare i tesori della città, infatti, Casa Cavazzini e il museo Etnografico saranno aperti fino alle 23 con ingresso libero dalle 21 alle 23. A palazzo Giacomelli si potrà visitare l'esposizione «Il grano. Storia di una pianta rivoluzionaria», realizzata in collaborazione con il museo friulano di Storia naturale, mentre nel museo d'arte Moderna e Contemporanea sarà aperta la mostra «Neorealismo, astrazione e oltre». Completeranno l'offerta, sempre con ingresso libero, la Galleria Fotografica «Tina Modotti» (dalle 16 alle 21), le Gallerie del Progetto di palazzo Morpurgo (dalle 16 alle 18) e la Casa della Confraternita (dalle 16 alle 19). Del programma degli eventi culturali fa parte anche il «Masterclass sulla via del Teatro Vagante», proposto dall'Accademia Nico Pepe alle 17.30 in largo Ospedale Vecchio, con la partecipazione dello scrittore e critico teatrale Oliviero Ponte di Pino. Le origini della birra saranno invece al centro di un incontro organizzato alle 21 a palazzo Giacomelli dal museo friulano di Storia naturale con l'intervento di Stefano Buiatti «Dal campo al boccale: scopri la birra» (prenotazione obbligatoria).  Numerose anche le proposte culturali offerte dalla manifestazione dell'università di Udine «Conoscenza in festa», in programma in piazza Matteotti, nell'ex chiesa di San Francesco e sotto la Loggia del Lionello.

«Il tessuto economico reagisce e collabora. L'unione fa la forza. I segnali ci sono. La città ha voglia di fare, sta affrontando la crisi di petto». Queste le parole, cariche di energia positiva, con cui ha chiuso Venanzi.

Per informazioni è possibile contattare il PuntoInforma del Comune in via Savorgnana 12 0432 414717 puntoinforma@comune.udine.it

Il programma completo è disponibile qui