16 agosto 2018
Aggiornato 00:30

Remo Anzovino in concerto: "Il Risveglio di Udine"

È una delle massime espressioni musicali del Fvg e autentico portabandiera in tutto il mondo. Dopo il trionfo del 2014 al Teatro Nuovo Giovanni da Udine e dopo i concerti estivi all’alba sul Noncello e in alta quota al rifugio Gilberti, a grande richiesta ritorna dal vivo nella sua regione per un concerto evento davvero originale
Remo Anzovino al rifugio Gilberto l'11 agosto 2014 - foto di Simone Di Luca
Remo Anzovino al rifugio Gilberto l'11 agosto 2014 - foto di Simone Di Luca ()

UDINE - È considerato da critica e pubblico uno dei massimi esponenti della musica strumentale italiana e si è confermato tra i più originali e innovativi pianisti compositori in circolazione anche con l’ultimo album live «Vivo», che ha ottenuto solo recensioni trionfali sia in Italia che all’estero, ma è anche una delle massime espressioni musicali del Friuli Venezia Giulia e autentico portabandiera in tutto il mondo: le sue musiche accompagnano i viaggiatori di Alitalia in tutti i 5 continenti.

Un concerto-evento davvero originale
Stiamo parlando del pianista compositore pordenonese Remo Anzovino che – dopo il trionfo del 2014 al Teatro Nuovo Giovanni da Udine e dopo i due incredibili concerti estivi all’alba sul Noncello davanti a 2 mila persone e in alta quota al Rifugio Gilberti a Sella Nevea per il No Borders Music Festival – a grande richiesta ritorna dal vivo nella sua regione per un concerto-evento davvero originale, intitolato «Il Risveglio di Udine»: sabato 4 luglio alle ore 7.30 del mattino darà il buongiorno alla città di Udine nel salotto di Piazza San Giacomo, dando il via ufficialmente alla giornata della Notte Bianca 2015 organizzata dal Comune di Udine.

Anzovino ritorna a calcare il palcoscenico dopo il grande successo del tour 2014
Attualmente al lavoro in studio sul suo quinto album di inediti, Anzovino ritorna a calcare il palcoscenico dopo il grande successo del tour 2014 (con alcuni eventi davvero esclusivi: su tutti il concerto a Verona al Teatro Romano sullo stesso palco del grande Uri Caine) e dei due bellissimi concerti dello scorso aprile in Sicilia (a Palermo al Teatro Agricantus e al MA di Catania) e dopo la fortunata pubblicazione di «Vivo», uno speciale cofanetto con il primo album live della sua carriera e il dvd dello storico «Concerto della Memoria» sulla Diga del Vajont.