22 ottobre 2018
Aggiornato 08:30

In Friuli il Forum contro le grandi opere: in arrivo anche i No-Tav dalla Val di Susa

Un gruppo di ciclisti si è messo in marcia dal Piemonte per raggiungere Bagnaria Arsa, sede della convention, entro la fine della prossima settimana
I No Tav ri raduneranno a Bagnaria Arsa
I No Tav ri raduneranno a Bagnaria Arsa ()

BAGNARIA ARSA – Dalla Val di Susa in Friuli per dire no al Treno ad Alta Velocità (Tav). Una vera e propria carovana di ciclisti ha lasciato qualche giorno fa il presidio di Susa in direzione Bagnaria Arsa, dove, tra il 17 e il 19 luglio, si terrà il 5° Forum ‘Contro le grandi opere inutili ed Imposte’. Armati di integratori vitaminici e sali minerali per fronteggiare l’afa (insieme alle immancabili bandiere No-Tav), il gruppo è in marcia verso il Friuli, dove conta di arrivare entro la metà della prossima settimana. Strada facendo a loro si uniranno altri attivisti a Novara, Monza, Vicenza e Caorle.

Il Forum di Bagnaria Arsa
Dopo le esperienze in Val di Susa, Notre Dame de Lande, Stoccarda e Rosia Montana, la carovana dell'elefante bianco fa tappa a Bagnaria Arsa. In Friuli si ritroveranno le associazioni e i comitati di cittadini impegnati per la salvaguardia del territorio in opposizione alle grandi opere (come, ad esempio, il collegamento ferroviario ad alta velocità) e a favore di uno sviluppo economico e sociale sostenibile. L’evento è organizzato dal Comitato No Tav Bagnaria e del Comitato Controlatav di Portogruaro. Tre i temi principali che saranno portati all’attenzione dei partecipanti: uso e abuso delle risorse, corruzione e infiltrazioni mafiose nelle grandi opere, democrazia, il diritto di avere il diritto di opporsi.
Per informazioni su come raggiungere il sito del Forum o per avere indicazioni su dove pernottare è possibile visitare il sito www.notavfvg.altervista.org o mandare una e-mail all’indirizzo notavfvg@libero.it.