21 ottobre 2018
Aggiornato 00:00

«La Natura del Pane»: sapori friulani in festa

Il 19 luglio, il pane di Valvasone incontra il formaggio Montasio
Una suggestiva immagine del Montasio
Una suggestiva immagine del Montasio ()

UDINE - Il pane di Valvasone si sposa con il formaggio Montasio, in un incontro di sapori 100% friulani tutto da scoprire, domenica 19 luglio.

Prima spettatori, poi produttori
I prodotti del panificio Cocetta di Valvasone Arzene (Pn), attivo da oltre mezzo secolo, saranno accompagnati dal noto formaggio in Malga Montasio (Ud) lungo tutta la giornata, in un evento chiamato «La Natura del Pane» e promosso dal forno valvasonese insieme all’Associazione Allevatori del Friuli Venezia Giulia e al Parco Agroalimentare di San Daniele. Un evento che vedrà al mattino la spiegazione di tutte le qualità nutrizionali e organolettiche del pane, la degustazione a pranzo e poi, nel pomeriggio, la possibilità per i visitatori della Malga di provare loro stessi a impastare e produrre il pane. «Proporremo i nostri prodotti tipici, come il pane del mezzadro. Si tratta di un antico pane povero - spiega Sara Cocetta - ma sorprendentemente attuale: è a base di farina di segale, cotto per lungo tempo a bassa temperatura, fatto che permette la formazione di una crosta dura ma gustosa, ideale per conservarlo a lungo. Veniva commissionato ai miei avi dai mezzadri, lavoranti agricoli tipici della campagna friulana fino al secolo scorso. Un pane semplice ma ricco di fibre, dal buon profumo, che accompagneremo al formaggio Montasio e alle altre squisitezze della Malga, proponendolo ai visitatori che saliranno lassù».

Una domenica ricca di sorprese
Il programma della giornata prevede il ritrovo alle 10.30 in Malga Montasio, con l’inizio della dimostrazione di panificazione alle 11. Alle 12.30 si potranno degustare i crostini pane con miele, marmellate e latticini (burro, panna, ricotta e formaggi prodotti nel caseificio di Malga Montasio con il latte ottenuto dalle vacche al pascolo). Alle 13.00 degustazione del pane fresco a tavola per chi pranzerà nel ristorante dell’agriturismo. Nel pomeriggio coloro che lo vorranno potranno mettere «le mani in pasta» per imparare l’arte della panificazione in un laboratorio condotto dallo stesso panificio Cocetta.