16 agosto 2018
Aggiornato 00:30

Presentata la stagione 2015-2016 del Giovanni da Udine

Musica, danza, opera lirica, musical. Il teatrone è pronto a consolidare i traguardi importanti delle ultime stagioni
Presentata la nuova stagione del Giovanni da Udine, dal 7 settembre al via la campagna abbonamenti
Presentata la nuova stagione del Giovanni da Udine, dal 7 settembre al via la campagna abbonamenti ()

UDINE - Un teatro sempre più protagonista e vicino ai suoi spettatori, pronto a consolidare i traguardi importanti delle ultime stagioni, caratterizzate da un grande successo di pubblico e critica. Questo è l’obiettivo del presidente della Fondazione Teatro Nuovo Giovanni da Udine, Paolo Vidali, di concerto con il Sovrintendente e Direttore Artistico Musica e Danza Marco Feruglio e con il Direttore Artistico Prosa Giuseppe Bevilacqua. La nuova duplice programmazione si concentra sulla presenza di protagonisti del panorama teatrale e musicale di assoluta eccellenza artistica.

La nuova stagione musicale
In linea con le recenti programmazioni che hanno superato ogni record di presenze, si distingue per la consolidata fama dei solisti e dei complessi sinfonici internazionali, in gran parte per la prima volta ospiti del Giovanni da Udine, impegnati nell’interpretazione di immortali capolavori della storia della musica. Si inaugura il 28 ottobre con il primo concerto «evento» dell’Orchestra Filarmonica di San Pietroburgo diretta da Yuri Temirkanov, uno dei massimi direttori viventi, che eseguirà la scintillante Scheherazade di Nikolaj Rimskij-Korsakov, celebre suite sinfonica ispirata ai racconti della raccolta Mille e una notte, e la maestosa e commovente Sinfonia n. 2 op 27 di Sergej Rachmaninov. Si proseguirà il 10 novembre con un altro concerto «evento» che vedrà protagonisti per la prima volta al Teatro Nuovo i Wiener Symphoniker diretti dal maestro svizzero Charles Dutoit. Come da tradizione, il 31 dicembre ci sarà l’attesissimo concerto di fine anno della Strauss Festival Orchester Wien con le travolgenti musiche della famiglia Strauss. Ma il programma proseguirà anche nel 2016 con spettacoli capaci di rispondere alle più svariate esigenze del pubblico udinese, e non solo.

Due gli appuntamenti per la stagione dedicata alla Danza
Mercoledì 25 novembre il Royal New Zealand Ballet del direttore artistico Francesco Ventriglia si produrrà in uno dei balletti classici più conosciuti e amati dal grande pubblico:Giselle coreografato da Marius Petipa su musica di Adolphe Adam. Fondato nel 1953 il Royal New Zealand Ballet è la più importante compagnia di danza della Nuova Zelanda, con un corpo di ballo acclamato dalla critica internazionale che lo definisce tecnicamente perfetto e liricamente brillante. Giovedì 31 marzo sarà protagonista al Teatro Nuovo il Tulsa Ballet del direttore artistico Marcello Angelini con le suggestive coreografie contemporanee di Kylián, Possokhov e Bruce riunite in un trittico intitolato Masters of Dance. Una tecnica che fa scomparire ogni traccia di sforzo e lascia trasparire al pubblico la sensazione di una naturalezza perfetta è la caratteristica del Tulsa Ballet che da 57 anni propone nel cuore dell’Oklahoma spettacoli che la fanno stimare tra le migliori compagnie di danza degli Stati Uniti e godere di una notevole fama internazionale.   Saranno due le opere liriche. Nel segno della collaborazione con la Fondazione Teatro Lirico Giuseppe Verdi di Trieste, domenica 11 ottobre il verdiano Falstaff diretto da Francesco Quattrocchi con la regia di Mariano Bauduin sarà il primo appuntamento del Cartellone 2015/16 del Teatro Nuovo Giovanni da Udine, quasi un prologo delle celebrazioni shakespeariane che animeranno il 2016, mentre il 26 maggio La Bohème di Giacomo Puccini diretta da Renato Balsadonna con la regia di Marco Gandini chiuderà gli appuntamenti dedicati alla lirica. In virtù di nuovi accordi organizzativi stipulati tra le due Fondazioni, Giovanni da Udine e Giuseppe Verdi di Trieste, ogni recita in abbonamento sarà preceduta da un’anteprima aperta a giovani, studenti e loro accompagnatori, per soddisfare in questo modo la richiesta sempre crescente da parte delle Istituzioni scolastiche di questa forma di spettacolo musicale sempre molto amata.

La stagione di prosa 2015/2016
Gli ottimi risultati di presenze di pubblico per la stagione 2014/2015, la sentita partecipazione alle attività «Casa Teatro», portano a confermare e rafforzare le modalità di rapporto con il pubblico, nella realizzazione di un teatro popolare d’arte. La stagione principale si articola su 10 spettacoli, caratterizzati da testi, allestimenti e protagonisti di primissimo piano della scena nazionale. Confermate le ineludibili attese del pubblico, con la presenza di due musical.

L'opuscolo "Campagna abbonamenti" è disponibile qui

Per consultare tutti i tipi di abbonamenti basta cliccare qui