25 gennaio 2020
Aggiornato 12:00
Dalle 11.30

Mittelfest: gli appuntamenti di giovedì 23 luglio iniziano al mattino

Parte il progetto site-specific di Arearea: Passaggio d’acqua. In giornata appuntamento anche Con Erri De Luca E Gianmaria Testa. Previsto lo spettacolo firmato dalla regista Emma Dante e quello del Cta di Gorizia. Gran finale, alle 22, nel Chiostro di San Francesco con il gruppo libanese leader della primavera araba Mashrou’ Leila

CIVIDALE - Prende avvio giovedì 23 luglio, per proseguire fino alla fine del festival, il progetto site specific realizzato per Mittelfest dalla compagnia Arearea: Paesaggio d’Acqua. Si tratta di quattro performance di danza ambientate che saranno replicate per più giornate in luoghi particolari di Cividale. Un focus sull’acqua dolce, elemento necessario e comune, per una coreografia più liquida possibile. L’ideazione e il coordinamento sono di Marta Bevilacqua e Roberto Cocconi e si compongono dei titoli La cascata, Il fiume, Il battistero, Gli zampilli. Doppio appuntamento giovedì, alle 17 e alle 19 al Pozzo di San Callisto e all’Arco medievale.

Riflessioni sul tema dell'acqua
Acque e altre correnti. Parole e musica per un festival dedicato all'acqua" è il progetto ideato per Mittelfest da uno scrittore e un cantautore che hanno accordato la loro amicizia in una sintonia perfetta di temi e di riflessioni: il romanziere-poeta Erri De Luca e il cantautore Gianmaria Testa saranno insieme alla Chiesa di San Francesco alle 18 per unire le parole e i libri dell’uno alle canzoni dell’altro.

Teatro, teatro, teatro!
Non poteva mancare in questa edizione un successo di Emma Dante riallestito appositamente per il festival. In Acquasanta, protagonista Carmine Maringola, l’autrice e regista spiegherà che un paese straniero può essere la terraferma per chi è imbarcato da tutta la vita. Nell’ambito del percorso musicale, anche una produzione del CTA di Gorizia in prima assoluta a Mittelfest dedicata a Vittorio Podrecca e i suoi «Piccoli», rievocati da Alfonso Cipolla nello spettacolo Pupazzetti (piazza Duomo, alle 21.30).

L'attesissimo indie-rock che arriva dal Libano
Atteso a suggello della serata il concerto del gruppo considerato la voce araba dell'indie-rock: Mashrou' Leila, band libanese che domina la scena musicale del Medio Oriente, è  il primo gruppo arabo finito sulla copertina di Rolling Stone. Molti li considerano la band simbolo della primavera araba. Composizioni di grande atmosfera e liriche d'impatto raccontano la vita di tutti i giorni a Beirut, la città da cui provengono. Anche se è nei viali di un'università americana che si sono incontrati. Mashrou' Leila può voler dire molte cose: Leila non è solo un nome, significa anche notte.

A spasso nella storia
La giornata si conclude con un viaggio nella Grande Guerra, con la produzione di Cinemazero e Cineteca del Friuli «Non sono tornati» che unisce a filmati provenienti dagli archivi della Cineteca la sonorizzazione dal vivo di un pianista jazz friulano, e artista di fama nazionale quale Claudio Cojaniz (alle 22.30, al Castello di Canussio).

Appuntamenti anche in mattinata
Nella mattinata di giovedì, alle 11.30, il Caffè San Marco di Cividale ospita un doppio appuntamento pubblico, con la presentazione del libro di Cesare Tomasetig «La straordinaria avventura del fantastico popolo dei vodnìk», che ha ispirato il tema Mittelfest di questa edizione ed è stato stampato dal festival, e l’incontro con i gestori del servizio idrico operanti in provincia di Gorizia,Trieste e Udine che hanno contribuito a sostenere la realizzazione di Mittelfest 2015 e illustreranno la collaborazione con l’Università di Trieste e Udine per la realizzazione di un servizio idrico integrato a favore del territorio e il progetto Centro Studi Acqua.