Storica area verde della città

Nuova illuminazione nel parco della Rimembranza

Entro l'autunno sarà completata la sostituzione dei vecchi punti luce con nuove lampade a Led. Con questo primo intervento il Comune inaugura un fondo per finanziare gli interventi di efficienza energetica attraverso i risparmi garantiti da questi stessi interventi

Il parco della Rimebranza in via Diaz (© )

UDINE - Finanziare gli interventi di efficienza energetica con un fondo alimentato direttamente dai risparmi garantiti da questi stessi interventi. Con l'avvio dei lavori di rifacimento dell'impianto di illuminazione pubblica del parco della Rimembranza di viale Diaz, partito nei giorni scorsi, il Comune di Udine inaugura ufficialmente un nuovo modello di finanziamento delle opere di manutenzione e miglioramento delle performance energetiche degli immobili e degli spazi della città. Alle operazioni di posizionamento di 28 nuovi punti luce all'interno del parco, che si concluderanno entro l'autunno, si è aggiunta inoltre la rimozione della piastra in cemento e il ripristino dell'ingresso all'area verde da piazzale Del Din, nelle adiacenze della Quiete. A breve si procederà anche alla semina con la ricostituzione del prato originario.

«L'intervento proposto è attento e rispettoso del valore paesaggistico e storico del contesto – osserva l'assessore all'Ambiente, Enrico Pizza – e apporterà un notevole miglioramento alla fruibilità dell'area nel suo complesso, valorizzando lo spazio pubblico e aumentandone la percezione della sicurezza. Ringrazio tutti gli uffici comunali che hanno contribuito a realizzare il progetto e in particolare il Verde pubblico, l'ufficio Pianificazione energetica e l'Agenzia Politiche ambientali». I lavori di sostituzione dei punti luce, affidati ad AcegasApsAmga, comporteranno una spesa di circa 77 mila euro e porteranno all'introduzione della tecnologia Led, che prenderà il posto degli attuali obsoleti corpi illuminanti, permettendo all'amministrazione di conseguire risparmi immediati.

Il parco della Rimembranza, a cui si accede dall'arco trionfale in Elaeagnus x ebbingei realizzato da Ettore Gilberti lungo un tratto delle vecchie mura cittadine abbattute all’inizio del XX secolo, fu aperto infatti nel 1924 nel clima trionfalistico del primo dopoguerra proprio a ricordo dei caduti nella Grande Guerra.

I lavori relativi al parco della Rimembranza rappresentano il primo intervento pilota di un progetto che prevede la creazione e la sperimentazione di un fondo interno di rotazione per finanziare opere di risparmio ed efficienza energetica. Questa iniziativa dell'amministrazione comunale rientra nell'ambito del progetto europeo ‘Infinite solutions - INnovative FINancIng for Local SusTainable Energy Solutions’.