Lo stupefacente è stato sequestrato

Coltivava marijuana nel bosco: 18enne di Resia denunciato

​Nel corso di una perquisizione i carabinieri di Tarvisio hanno ritrovato, in zona impervia e boschiva, 13 piante di marijuana (in diverso stato di crescita, la più grande alta un metro e settanta centimetri)

La marijuna coltivata a Resia (© )

RESIA – La lotta al consumo e allo spaccio di droga non riguarda solo i maggiori centri urbani, le discoteche o le località balneari più blasonate, ma anche i piccoli centri di montagna.

Uno studente 18enne di Resia, E.M. le sue iniziali, è stato denunciato in stato di libertà dai carabinieri della Compagnia di Tarvisio per coltivazione di sostanze stupefacenti.
Nel corso di una perquisizione effettuata nella mattinata di martedì, i militari dell’Arma hanno sequestrato, in zona impervia e boschiva, 13 piante di marijuana (in diverso stato di crescita, la più grande alta un metro e settanta centimetri) che il giovane coltivava con cura la sostanza stupefacente, poi destinata, verosimilmente, ai consumatori della valle.

Nell’abitazione del diciottenne, i carabinieri, coadiuvati nell’indagine dal personale del Corpo forestale dello Stato di Tarvisio, hanno rinvenuto altre quantità di droga e materiale utilizzato per la coltivazione, l’assunzione e il confezionamento dello stupefacente.
Tutto è stato posto sotto sequestro e messo a disposizione della Procura delle Repubblica di Udine.