Calcio

Udinese: col Palermo l'obiettivo è non fermarsi

La vittoria in casa della Juventus non deve essere un punto d'arrivo per la squadra friulana, bensì l'inizio di una stagione ricca di soddisfazioni. Colantuono chiede continuità al suo gruppo, a partire dalla sfida di domenica contro i siciliani

UDINE - La sbornia legata al trionfo dello Juventus Stadium deve essere solo un ricordo per l'Udinese che deve ora calarsi nuovamente l'elmetto in testa e continuare la sua strada in campionato come se a Torino nulla fosse successo. E' chiaro che la vittoria in casa dei campioni d'Italia ha regalato morale, entusiasmo e sicurezza al gruppo friulano, ma Stefano Colantuono non vuole che una vittoria di prestigio arresti il percorso di crescita della sua squadra, anzi, deve servire come trampolino di lancio per continuare ad ottenere risultati positivi che portino l'Udinese nella parte sinistra della classifica. Domenica nel rinnovato stadio Friuli andrà in scena la gara contro il Palermo, altra formazione che ben si è comportata nella prima giornata di campionato battendo proprio in zona Cesarini il Genoa; si assomigliano Udinese e Palermo: tatticamente sono abili a far giocare male gli avversari, agiscono di rimessa e quando hanno spazi li sfruttano in modo micidiale. In più, entrambe hanno l'occhio lungo su giovani talenti esteri da far crescere, lanciare e poi rivendere a prezzi d'oro al miglior offerente; filosofie simili, così come simile è la grinta dei due tecnici, Colantuono e Iachini, ex calciatori ruvidi che hanno portato la loro personalità battagliera anche in panchina trasmettendola alle loro squadre. Stadio nuovo, squadre in forma e reduci da due vittorie, domenica al Friuli ci saranno tutti gli ingredienti per assistere ad una gara piacevole che possa terminare, almeno così si augurano i tifosi bianconeri, con un'Udinese al comando della classifica e a punteggio pieno per un bel sogno di fine estate.