Opera della Provincia

Cantiere di Santa Caterina, posizionati entrambi i sottopassi ferroviari

Prossima la consegna delle nuove case. Sarà eliminato il passaggio a livello con un investimento superiore ai 5 milioni di euro

Il cantiere di Santa Caterina (© )

UDINE - Cantiere di Santa Caterina: entrambi i sottopassi ferroviari sono stati posizionati al di sotto dei binari. Dopo la spinta del primo monolite (lato Campoformido), anche le operazioni di spostamento del secondo scatolare in cemento armato (lato Pasian di Prato) sono state portate a termine.
Si tratta di manovre particolarmente complesse che hanno richiesto interventi preliminari finalizzati a garantire la massima sicurezza al traffico ferroviario che non ha subito interruzioni. Sotto i binari, infatti, è stato inserito un sistema di fissaggio chiamato ‘Ponte Verona’ che ha permesso ai treni di mantenere velocità fino a 80 chilometri orari.

Successivo step del cantiere, la prossima consegna delle nuove unità abitative realizzate quale misura compensativa per i proprietari degli immobili situati in via Basiliano che dovranno essere demoliti poiché interferiscono con la rampa di ingresso (lato Udine) alla futura rotatoria la cui quota sarà collocata a circa 6,5 metri al di sotto della linea ferroviaria. «Le case sono pronte da diversi mesi – precisa il vice presidente con delega alla viabilità Franco Mattiussi – ma la firma del contratto si potrà fare una volta conclusi gli adempimenti burocratici particolarmente complessi in questo specifico intervento. Auspichiamo di concludere l’iter nelle prossime settimane».
Consegnate le case, si procederà all’abbattimento delle abitazioni che interferiscono con il cantiere. Quindi dovranno essere realizzati gli interventi per l’eliminazione vera e propria del passaggio a livello e l’entrata in esercizio della nuova struttura viabilistica. Al riguardo, si svolgeranno riunioni tra i tecnici della Provincia e quelli di Rfi per definire i dettagli dell’intervento che, per esigenze di sicurezza, potrebbe richiedere deviazioni o addirittura interruzioni al traffico stradale per qualche giorno.

Il passaggio a livello, grazie all’intervento della Provincia di Udine, sarà eliminato e sostituito da una nuova struttura viabilistica che, da Santa Caterina, scorrerà in prossimità della linea ferroviaria e poi, attraverso una rotonda ‘in trincea’, si ricollegherà alla statale Pontebbana. L’intervento complessivo prevede un investimento di 5 milioni 164 mila e 569 euro di cui 4 milioni 131 mila e 655 della Regione e 1 milione 32 mila e 913 delle Ferrovie.