22 novembre 2019
Aggiornato 03:00
Iscrizioni entro il 18 settembre

Nuova edizione per il premio nazionale giovani realtà del teatro

Ideato e promosso dalla Civica Accademia D’Arte Drammatica Nico Pepe, il concorso aperto ad attori, compagnie e drammaturghi under 35 è ormai all’ottava edizione

UDINE - C’è tempo fino al 18 settembre 2015 per concorrere al Premio Nazionale Giovani Realtà del Teatro, ideato e promosso dalla Civica Accademia D’Arte Drammatica Nico Pepe.
Il premio, che quest’anno compie otto anni, conserva lo spirito giovane che lo contraddistingue e lo ha fatto diventare  un punto di riferimento e  trampolino di lancio per attori, compagnie e drammaturghi, under 35.

La marilenghe: novità dell’edizione 2015
Alla Nico Pepe, che lo promuove e organizza, stanno arrivando progetti e proposte da tutta Italia, molte quelle degli allievi diplomati nelle maggiori Scuole di Teatro italiane, due delle quali – la Silvio D’Amico di Roma e la Paolo Grassi di Milano – sono tra i patrocinatori del premio. Ma quest’anno c’è una novità, infatti si è aperta una sezione dedicata alla lingua e alle compagnie teatrali che operano nella regione, segno di una speciale attenzione a testi in marilenghe e che fanno riferimento alle lingue minoritarie. Il termine fissato per la presentazione dei progetti è il 18 settembre e per le informazioni e la compilazione della domanda basta fare riferimento al sito della Civica Accademia, www.nicopepe.it, oppure prendere direttamente contatto con la Segreteria (0432.504340, accademiateatrale@nicopepe.it).

Alla presentazione: 20 minuti di esposizione per i gruppi, 10 per i monologhi
La manifestazione è molto attrattiva per gli attori e le giovani compagnie, il premio ha infatti l'intento di funzionare come «startup» di produzioni teatrali (il premio è una borsa di studio, un concreto aiuto per la realizzazione produttiva). Non a caso alcuni tra i progetti premiati nelle edizioni precedenti hanno trovato modi e formule per diventare spettacoli veri e propri. Una possibilità preziosa che si è appalesata anche grazie al continuo scambio tra accademia e partecipanti (anche dopo essere passati al premio): i concorrenti comunicano i loro progressi, scambiano dubbi, considerazioni, consigli