Doppia inaugurazione, al Visionario il 3 ottobre alle 17, alla Feltrinelli il 4 ottobre alle 17

“Rapporto Italia”: sedici fotografi in mostra

Aspetti urbanistici, comunicazione e trasformazione al tempo della globalizzazione, lavoro e invecchiamento della popolazione alcuni dei temi di questa ricerca. Sono questi i temi analizzati dagli artisti

Nuova mostra fotografica a Udine (© )

UDINE – Il progetto «Rapporto Italia» arriva quest'anno alla sua terza edizione, con sedici fotografi (Basciano, Bonan, Bondavalli, Bottaro, Chiappino, Cichetti, Cippitelli, Firmani, Frascaro, Cacace, Montani, Morocutti, Rossi, Sbaccanti, Trento e Vital) che raccolgono e descrivono frammenti di Italia da dieci diverse regioni: aspetti urbanistici, comunicazione e trasformazione al tempo della globalizzazione, lavoro e invecchiamento della popolazione alcuni dei temi di questa ricerca. Il progetto editoriale è stato coordinato da Lorenzo Vitali e quello grafico è stato realizzato da Ennio Montani. La mostra fotografica di una selezione di autori tratta dal fotolibro «Rapporto Italia 2014»  sarà visitabile al Visionario (via Asquini 33) dal 3 al 25 ottobre. Sabato 3 ottobre, alle 17, l'inaugurazione, a ingresso libero. La mostra si svilupperà anche in una seconda sede, La Feltrinelli (via Canciani 15), dal 4 al 31 ottobre, con inaugurazione domenica 4 alle 17.

Moltissimi i temi trattati
Nell’anno dell’Expo 2015, uno spazio particolare hanno acquisito gli aspetti urbanistici visti con prospettive assai differenti in varie parti d’Italia. Dalla viabilità alle grandi opere che funzionano (ma anche agli sprechi inaccettabili), dall’abitare al disabitare e al degrado delle strutture, dal recupero di aree di pregio al crearsi di zone ibride non definibili come urbane né come naturali, presagi di un «terzo territorio», inteso come laboratorio evolutivo. È stato affrontato anche il tema della comunicazione sia a livello individuale, in relazione alla trasformazione del microcosmo relazionale individuale, sia a livello di afflusso di nuove idee appartenenti ad altri continenti, attraverso manifestazioni di alto valore culturale.  Non potevano mancare il tema del lavoro né le ormai sempre più rilevanti conseguenze dell’innalzamento dell’età media con l’esplosione delle problematiche legate al pianeta della terza età, un’età generalmente poco presente nel caleidoscopio di immagini da cui veniamo generalmente bombardati.
 
Per maggiori informazioni consultare il sito www.visionario.info, la pagina Facebook o contattare l’infoline allo 0432.227798.