Presentato il cartellone 2015/2016

Alle porte la nuova stagione teatrale del Teatro Modena di Palmanova

La campagna di rinnovo degli abbonamenti si aprirà il 5 ottobre, fino all’8 ottobre, dalle 17.30/19.45. La sottoscrizione dei nuovi abbonamenti sarà possibile dal 13 al 15 ottobre, sempre dalle 17.30 alle 19.45

Tutti gli artisti che si esibiranno a Palmanova (© )

PALMANOVA – È stata presentata ufficialmente nei giorni scorsi nel Salone d’onore del Comune di Palmanova, la stagione teatrale 2015/2016 del Teatro Gustavo Modena. L’Assessore alla Cultura Adriana Danielis ha aperto l’incontro sottolineando come «il Teatro rappresenti uno dei luoghi simbolo della cultura della città. Le scelte che abbiamo fatto assieme all’ERT per questa stagione sono caratterizzate dalla varietà dei linguaggi - teatro di prosa, ma anche musica e danza - con proposte di grande qualità che coniugano intrattenimento e impegno civile e sociale». «Palmanova ambisce – le ha fatto eco il sindaco Francesco Martines – ad essere un centro di riferimento per il territorio, una città nella quale tutta la nostra Regione si riconosca, e in questo la Cultura gioca un ruolo cruciale». Il Direttore dell’Ente Regionale Teatrale del Friuli Venezia Giulia, Renato Manzoni, ha poi presentato nel dettaglio gli otto appuntamenti in cartellone, che porteranno a Palmanova artisti molto amati dal pubblico.

L’apertura di stagione sarà affidata a «Magazzino 18», lo struggente racconto che il cantante e attore Simone Cristicchi fa dell’esodo istriano nel secondo dopoguerra, uno dei capitoli più dolorosi della nostra storia recente. In scena il 15 novembre, lo spettacolo è stato uno dei maggiori successi delle ultime stagioni e il più apprezzato dal pubblico del Circuito ERT nel 2014/15.

Il 25 novembre sarà la volta della danza con «Mitico Tango», un emozionante viaggio da Buenos Aires a Parigi attraverso i brani che hanno fatto la storia di questo genere, con due stelle come Adrian Aragon e Erica Boaglio, accompagnati dalla musica dal vivo del quintetto I Fiori Blu.

L’anno solare si chiuderà il 13 dicembre con il più recente lavoro di Natalino Balasso che ha scritto, diretto e ora interpreta – assieme agli attori dello Stabile del Veneto – «La Cativìssima, epopea di Toni Sartana», la prima parte di una trilogia dedicata a un personaggio sinistro, eccessivo, privo di scrupoli. 

«Sarto per signora», il capolavoro di Feydeau, andrà in scena il 12 gennaio nella traduzione, adattamento teatrale e regia di Valerio Binasco. Emilio Solfrizzi sarà il protagonista di questa esilarante commedia degli equivoci, che tratteggia anche un’acuta critica alla società.

«Il mondo non mi deve nulla», l’ultimo, intenso lavoro per il teatro della penna di Massimo Carlotto andrà in scena il 18 febbraio e l’interpretazione di Pamela Villoresi e Claudio Casadio lo rendono un appuntamento imperdibile. 

La monfalconese Marta Cuscunà è una delle attrici emergenti del panorama italiano e il 9 marzo porterà al Modena il suo «La semplicità ingannata», di cui è autrice e interprete. Lo spettacolo mette in scena una storia lontana nel tempo ma capace di far riflettere sulle profonde contraddizioni che, anche oggi, riguardano la figura femminile.

La conclusione della stagione – il 13 aprile – sarà affidata a un meccanismo comico perfetto reso ancor più indimenticabile dall’interpretazione di due maestri come Gianluca Guidi e Giampiero Ingrassia. Parliamo di «Taxi a due piazze», commedia british di Ray Cooney, nella versione italiana di Jaja Fiastri diretta dallo stesso Guidi.

Come appuntamento fuori abbonamento, invece, il 19 marzo la Mitteleuropa Orchestra – ente che ha recentemente scelto la città stellata come propria sede stabile – si esibirà in un nuovo «Concerto di Primavera», con un programma scelto ad hoc dal Maestro Giovanni Pacor.

Ricordiamo che dal 15 ottobre all’8 dicembre il Teatro Modena ospiterà i sei concerti della rassegna «Contrasti», la prima stagione sinfonica organizzata dall’ERT e dalla Mitteleuropa Orchestra a Palmanova. 

La campagna abbonamenti si terrà al Teatro Modena in via Dante con il seguente calendario: rinnovo abbonamenti dal 5 all’8 ottobre con orario 17.30/19.45, sottoscrizione nuovi abbonamenti dal 13 al 15 ottobre, sempre dalle 17.30 alle 19.45. Da quest’anno il rinnovo degli abbonamenti si potrà effettuare anche telefonicamente chiamando il Teatro Modena a partire dal 5 ottobre nei giorni e orari della campagna abbonamenti oppure l’Ente Regionale Teatrale del Friuli Venezia Giulia allo 0432.224224, dal lunedì al venerdì con orario 9/12.30 e 15/17. L’abbonamento prenotato telefonicamente dovrà essere ritirato entro e non oltre le ore 20 di domenica 15 novembre, pena la perdita del diritto all’abbonamento stesso. Da quest’anno l’acquisto in prevendita dei biglietti sarà disponibile anche online su www.vivaticket.it. Aggiornamenti e approfondimenti sulla stagione del Teatro Modena sono disponibili sui siti web dell’ERT e del Comune di Palmanova, nonché sui rispettivi profili Facebook e Twitter.