Ormai si conta l’edizione numero otto

Decretati i vincitori del Premio Giovani Realtà del Teatro

«I gruppi scelti e premiati sono la testimonianza di un teatro giovane estremamente vitale, attento alla contemporaneità e alle sue problematiche»

I partecipanti al contest durante uno spettacolo (© )

UDINE - «Un’edizione che supera tutte le altre». Questo a caldo il commento della totalità dei componenti delle giurie del Premio Giovani Realtà del Teatro 2015: il livello degli interpreti, la drammaturgia, i contenuti dei progetti presentati ma anche la resa espressiva hanno affascinato i presenti, un folto e attento pubblico. La scelta è stata difficile proprio per il livello qualitativo che testimonia una maturità che infonde coraggio e lascia ben sperare per il teatro italiano ma anche per il futuro di questi talenti. 

Un grande momento di laboratorio per consente e molti giovani di emergere
Alla fine della lunga maratona di due giorni dedicata al teatro under 35, torna "a casa" con il Premio Giovani Realtà Teatrali attribuito dalla giuria artistica, il progetto «Vania»  (regia di Stefano Cordella, attori Francesca Gemma, Vanessa Korn, Umberto Terruso e Fabio Zulli). Al progetto teatrale  «Trittico della guerra» della compagnia Guinea Pigs  (Riccardo Mullas regista, attori Letizia Bravi, Marco De Francesca, Francesco Martucci e Federico Meccoli) è andato invece il premio della giuria dei giornalisti. Nella categoria monologhi la scelta è caduta su Lisa Moras interprete di «Porn Up Comedy»del Friuli Venezia Giulia. Premiato dalla giuria docenti «Peter Pan guarda sotto le gonne» della compagnia Baby Walk (regia Livia Ferracchiati, attori: Linda Caridi, Luciano Ariel Lanza, Chiara Leoncini, Alice Raffaelli) e premio del direttore a «Biografia della Fame»  (regia Annagaia Marchioro, interprete insieme a Anna Resmini). Il premio speciale è andato a «Sulla morte, senza esagerare»  del Teatro dei Gordi (regista Riccardo Pippa, attori Claudia Caldarano, Giovanni Longhin, Andrea Panigatti, Sandro Pivotti, Matteo Vitanza)  che ha ricevuto anche il premio del pubblico  e degli allievi della Civica Accademia. Sono state poi assegnate delle menzioni speciali a quattro progetti: «Domani mi alzo presto» della compagnia Amor Vacui (regista Lorenzo Marangoni, attori: Andrea Bellacicco, Eleonora Panizzo, Andrea Tonin), «It’s app to you» (regista Leonardo Manzan, attori Andrea Delfino, Paola Giannini, Leonardo Manzan), «Ferdinando» (regista Elena Gigliotti, attori Giulio Della Monica, Lucio De Francesco, Dario Aita, Flavio Fumo) e «A Vore» del Circo all’Incirca del Friuli Venezia Giulia (regia Davide Perisutti anche interprete con Marco Floran). Alla cerimonia di premiazione erano presenti il sindaco di Udine, Furio Honsell, e l’assessore alla cultura, Federico Pirone, oltre a Marco Maria Tosolini della Fondazione Crup.

Una chance di confronto con esperti del settore
«I gruppi scelti e premiati sono la testimonianza di un teatro giovane estremamente vitale, attento alla contemporaneità e alle sue problematiche», ha commentato in chiusura di serata Claudio de Maglio, direttore della Civica Accademia Nico Pepe. «I vincitori di questa edizione potranno, su richiesta, godere di una sala prove offerta gratuitamente dalla Nico Pepe. Tutti gli inediti, premiati nelle diverse categorie avranno inoltre la possibilità di essere seguiti fino alla realizzazione degli spettacoli». Un'occasione importante dunque che offre non solo una chance di confronto con esperti del settore, ma anche una platea utile per capire, a chi è regista di un progetto, se il suo spettacolo funziona oppure no.